Parte il dialogo tra Flextronics e Regione

Primo incontro per rafforzare Trieste. Serracchiani: «Lo stabilimento va legato alla rete della ricerca»

Un primo incontro interlocutorio per gettare le basi di una possibile collaborazione volta a rafforzare lo stabilimento Flextronics di Trieste anche nella logica più ampia del lavoro, portato avanti dal Governo e dalla Regione, sull’Agenda digitale.

Così lo hanno definito la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani e Paolo Panontin assessore regionale alle Autonomie locali e coordinamento delle riforme con delega all’Agenda digitale, intervenuti all’incontro avvenuto, nella sede della Regione a Udine, con Fabrizio Magistrali di Flextronics, project manager dello stabilimento di strada Monte d’oro, a cui ha partecipato anche Paolo Coppola membro della Commissione Trasporti e telecomunicazione della Camera e presidente del Tavolo permanente per l'innovazione e l'Agenda digitale.

«La cessione dello stabilimento Alcatel-Lucent di Trieste al Gruppo Flextronics – ha spiegato Panontin - può diventare un'occasione di sviluppo per la città e per il Friuli Venezia Giulia; per questo motivo, seguirà una visita programmata all’azienda che potrà essere utile – ha chiarito – per approfondire conoscenze e competenze in cui focalizzare meglio quali potrebbero essere gli ambiti di collaborazione fra il Gruppo Flextronics e la Regione ipotizzando positive ricadute sul territorio, in termini di innovazione e digitalizzazione».

La Regione, come ha ricordato la presidente Serracchiani, dispone di una serie di strumenti che possono rafforzare e consolidare la presenza di Flextronics a Trieste, per la formazione, per il collegamento con la rete della ricerca del Friuli Venezia Giulia, per facilitare gli investimenti nell'innovazione.

Si tratta di verificare, come è emerso dall’incontro, le modalità attraverso cui la Regione può essere “stimolatore” di un processo di dialogo fra un partner industriale e il sistema di ricerca regionale per incentivare ricerca e sviluppo e fare in modo che lo stabilimento di Trieste continui a restare catalizzatore di prodotti innovativi per il mercato.

Alcatel-Lucent ha completato il primo luglio la cessione a Flextronics Manufacturing delle attività di manufacturing, di supporto e di servizio per apparati di trasporto ottico svolte nel sito industriale di Trieste, compreso l’immobile.

Video del giorno

Trieste, la protesta del "caffè contro il Green Pass" in piazza Unità

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi