In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Tre giorni con i longobardi: Romans rivive il suo passato

Terza edizione della rievocazione storica che dal 15 al 17 maggio porterà il paese indietro nel tempo con combattimenti e tiro della scure

1 minuto di lettura
La rievocazione storica a Romans 

ROMANS. Sarà la zona laghetti della Fipsas, in viale Trieste a Romans d'Isonzo, a ospitare quest'anno, la terza edizione della rassegna denominata “Romans Langobardorum – edizione Le Leggende”, organizzata dalla locale associazione culturale dilettantistica di rievocazione storica “Invicti Lupi”, con la collaborazione del gruppo di ricerca “I Scussons” ed il patrocinio del Comune di Romans.

Sarà una tre giorni, dal 15 al 17 maggio, densa di iniziative per rivivere le gesta del popolo longobardo e sviluppare i tanti temi che si legano alla sua storia: una sorta di omaggio alla necropoli di Romans, in cui sono state rinvenute e ispezione circa 350 tombe con relativi corredi. In programma la realizzazione di un campo storico, combattimenti, conferenze, didattica, visite guidate, spettacoli e animazione, ex tempore fotografica, mercatino antico, musica dal vivo, cucina longobarda e chioschi, mentre saranno una decina le associazioni di rievocazione storica presenti a Romans e provenienti da tutta Italia e dall'estero.

Un'altra immagine di una rievocazione degli anni passati a Romans 

Questo il programma completo della manifestazione: venerdì 15 maggio: alle 18 inaugurazione della rievocazione storica e dello spazio espositivo; alle 18.30 presentazione del libro per bambini dal titolo “Una giornata con Berta”, a cura di Giovanni Zordan e Barbara Jelenkovich; alle 20.30 conferenza su “Tessitura e abbigliamento in ambito longobardo. Studio, ricerca, sperimentazione”, a cura di Cristiano Brandolini.

Sabato 16: alle 10 apertura del campo storico; 11 attività archeologica nel parco didattico longobardo con le scuole di Romans, a cura di Cristiano Brandolini; 15.30 esibizione d'arme con lo spettacolo sulla leggenda “Lamissione e l'amazzone”; 16.30 conferenza su “Miti e leggende del folklore Longobardo” con Nicola Bergamo; dalle 16.30 alle 17.30 prove di tiro con l'arco e tiro con la scure longobarda; alle 18 esibizione d'arme sulla leggenda dei “Cinocefali longobardi”; 20 rito funerario longobardo; 21 danze tribali longobarde; 22 concerto dei “Sacrabolt” e degli “Acoustic Waves”.

Domenica 17: alle 10 apertura campo (scene di vita da campo ed esercitazioni d'arme per tutta la giornata) e dell'area di falconeria con i “Bird Control”; 10.30 visita guidata del campo storico; 12 proiezione del filmato “Langobardi Apud Aesontium”; 14.30 esibizione d'armi con spettacolo sulla leggenda di Wotan e del nome dei Winnili; dalle 15.30 alle 16.30 prove di tiro con l'arco e della scure longobarda; 17 conferenza ed esibizioni di falconeria con i “Bird Control”; 18.30 conferenza su ”L'eredità longobarda nella lingua friulana” con Odorico Serena; 20 chiusura della rievocazione con le premiazioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori