A Vincenzo Marega produttore e regista il premio Enzo Biagi

Il direttore artistico e produttore di Bisiafilm Vincenzo Marega ha ricevuto in questi giorni il Premio Enzo Biagi per la “Categoria esordienti alla qualità di produzione cinema fiction” al...

Il direttore artistico e produttore di Bisiafilm Vincenzo Marega ha ricevuto in questi giorni il Premio Enzo Biagi per la “Categoria esordienti alla qualità di produzione cinema fiction” al sedicesimo Festival della televisione italiana, a Villa Rigatti di Fiumicello.

Questo prestigioso riconoscimento a Marega rappresenta un grande risultato per lo staff di Bisiafilm e per tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del film “Sexy Shop”.

Vincenzo Marega è stato premiato insieme ai vincitori delle altre categorie del premio. Si tratta di Franca Leosini per “Storie maledette” su RaiTre, Alberto Rossi per “Un posto al sole”, fiction sempre di RaiTre, Roberto Giacobbo per “Voyager” su RaiDue, Luigi Bizzarri per “La grande storia” e “Correva l’anno” per la Rai, Giancarlo Bonomo di Sky Arte, Veit Heinichen per la letteratura europea.

«Mi piace poter pensare che in questo momento io stia rivestendo il ruolo di una sorta di ambasciatore dei tanti validi produttori indipendenti che ci sono in Italia - ha detto Marega al momento di ritirare il premio - e che riescono tra mille difficoltà a portare a compimento i loro progetti».

Il monfalconese Vincenzo Marega non rimane impegnato solo in ambito cinematografico, che lo ha visto realizzare un apprezzato documentario sulla figura del poeta Ungaretti nel corso della Prima guerra mondiale ed essere produttore di un secondo documentario sull'albero isolato di San Martino del Carso, oltre che interprete di "Sexy Shop".

Dopo il suo primo libro, da cui è tratto il film "Sexy Shop”, ne uscirà un altro a marzo per Crac edizioni, la biografia di Garbo, e un altro alla fine dell'anno sulla Prima guerra mondiale. Marega è anche un apprezzato pittore.(la. bl.)

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi