Crisi Coop, M5S “sfiducia” Serracchiani. Lei: «Ripugnante»

Sergio Bolzonello e Debora Serracchiani

Mozione grillina contro presidente e vice: «Non hanno vigilato». La replica: «Azione ripugnante che rivela malafede»

Con una mozione, il gruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale del Friuli Venezia-Giulia formalizzerà la sfiducia politica nei confronti di Debora Serracchiani, presidente della giunta regionale, e di Sergio Bolzonello, vicepresidente della giunta regionale e assessore alle Attività produttive.

Lo annuncia il M5s sul blog di Beppe Grillo dove spiega che la mozione è legata alla crisi di due cooperative regionali, la Cooperative Operaie di Trieste, Istria e Friuli e la Cooperativa Carnica di Consumo. «La giunta Serracchiani ha dimostrato la sua totale inadeguatezza e impreparazione. La legge attribuisce, infatti, alla Regione chiari compiti di vigilanza e di controllo sulle cooperative. Vigilanza che la giunta Serracchiani, nonostante ripetute segnalazioni anche da parte del MoVimento 5 Stelle Fvg, ha omesso di porre in atto. La stessa Serracchiani - concludono i Cinque Stelle - che ha preso 12.500 euro in campagna elettorale da quelle stesse cooperative che dovrebbe controllare e che non ha mai controllato».

«È un'azione ripugnante, che rivela ignoranza e malafede». È la reazione della presidente della Regione Fvg Debora Serracchiani all'annuncio della mozione di sfiducia presentata dal gruppo M5S in merito alla crisi di Cooperative Operaie di Trieste, Istria e Friuli e Cooperativa Carnica di Consumo.

«Invece di predicare il 'tutti a casà i grillini dovrebbero seriamente pensare di andarsene loro a casa, per manifesta incapacità. Il Paese e la nostra Regione hanno bisogno di una classe dirigente che non solo occupi scranni e faccia chiasso, ma che sia anche in grado di governare, di indicare una strada e di dare risposte: tutte cose che loro dimostrano continuamente di non saper fare», commenta Serracchiani.

«Che credibilità può avere un partito che non ha nulla da dire, e che quando parla ispirato dal suo guru ondeggia tra la Lega e Le Pen, mentre quando è lasciato a se stesso si occupa di scie chimiche, moneta parallela, complotti o Nuovo Ordine Mondiale? È così che si difende il bene dei cittadini?». «Dal momento che la loro mozione di sfiducia è completamente priva di senso e fondamento - conclude Serracchiani - rimane solo la miseria di un atto di sciacallaggio che si disinteressa della sorte dei lavoratori e dei risparmiatori delle Coop, per la cui salvezza invece siamo impegnati senza tregua».

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi