La carica dei 600 all’evento Silent Disco

Via Rastello invasa dai giovani "silenziosi" (Foto di Daniel Paciarelli)

Via Rastello trasformata per una notte. I giovani, con le cuffie, hanno ballato senza fare schiamazzi

Più di 600 persone. Basta questo numero per far capire a tutti il successo di “Silent Way”, l’evento che giovedì sera ha letteralmente trasformato via Rastello. La serata si è aperta con l’inaugurazione ufficiale, a cui ha preso parte l’assessore Arianna Bellan. «È bello vedere i giovani prodigarsi per un evento così: un evento che punta a valorizzare Gorizia e quest’anno in particolare una delle vie storiche della città, via Rastello. Il tutto mediando tra il divertimento, la musica live e il rispetto dei cittadini con la Silent Disco».

Luca Mirai, Punto Giovani e Alberto Zen (Assid) hanno colto l’occasione per ringraziare ancora una volta il Comune di Gorizia, senza il quale non si sarebbe potuto realizzare l’evento, e tutte le altre associazioni che hanno collaborato a progettare, ideare e supportare il progetto: Vitamine Creative, Autoktona, Argo, Aut71, Sconfinare, i volontari e rappresentanti di Dams e Relazioni pubbliche, i blog Culto Underground e sentocosevedocose. A seguire, Sconfinare (giornale degli studenti di Scienze Internazionali e Diplomatiche) ha proposto alcune letture e il coro SIDiesis ha chiuso lo Spazio Cultura intonando canti natalizi.

I Top Banana, combinando musica elettronica e video art, hanno invece dato il via al momento dei concerti live in enoteca Larise. In corte Larise, invece, si sono poi esibiti i MFHz-Motherfuckhertz, band goriziana di musica elettronica accompagnati dai visual di Visual Warrior. A chiudere questa parte di serata, la band di punta dell’evento: i Magellano. Ad accompagnare le persone da una location all’altra, l’artista di strada Lex Serafo che, sui trampoli, ha intrattenuto gli spettatori di via Rastello con spettacoli di fuoco e luce: lo si apprende da una nota.

Dalle 23 tutti i partecipanti si sono “muniti” di cuffie trasformando via Rastello in una Silent disco: tre location, tre dj in vetrina, tre canali di musica: alternative/rock/electro con Fake, hip hop/r'n'b/dancehall con Davare e commercial/dance/360° con Luca Noale. Questa nuova edizione del Silent Way non solo riconferma il successo del format, ma lo amplia, dal momento che quest’anno è stato anche raggiunto l’obiettivo di creare un tavolo di associazioni universitarie che tutte insieme hanno collaborato all’ottima riuscita dell’evento.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

"Chiara mi vuoi sposare?": la proposta di Ester sul campo di rugby a fine partita a Bari

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi