Prostituzione in centri massaggi, un arresto e quattro denunce

Coinvolte cinque persone di origine cinese. Operazione della polizia e della guardia di finanza

Luoghi di prestazioni sessuali camuffate da normalissimi centri per il benessere fisico. Quattro nel Monfalconese e uno a Capriva.

I titolari degli esercizi commerciali, 3 uomini e 2 donne di origine cinese, sono stati denunciati per il reato di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione; in seguito, su proposta del pm titolare delle indagini, il gip del tribunale di Gorizia ha disposto gli arresti nei confronti di una delle titolari indagate ed il sequestro dei centri massaggi interessati, tutti dislocati in provincia di Gorizia.

Indagini della polizia di Gorizia e dal comando provinciale della guardia di finanza, coordinati dalla procura della repubblica del capoluogo isontino.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Maltempo a Cremona: una tromba d'aria abbatte alberi e infrastrutture

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi