In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

«Le Fs cedano la stazione di Campo Marzio»

Santoro conferma a Lupi la richiesta di inserirla nelle 41 che le Ferrovie possono regalare ad altri enti

1 minuto di lettura

La Regione si fa avanti e ribadisce la richiesta di vedere inserita la stazione ferroviaria di Campo Marzio fra le 41 del Friuli Venezia Giulia che Ferrovie dello Stato è disposta a cedere a titolo gratuito a enti pubblici o privati. La richiesta è stata confermata ieri dall’assessore regionale alla mobilità Mariagrazia Santoro al ministro alle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi, in occasione della visita in regione fatta da Lupi stesso. È stata questa l’occasione che Santoro ha colto per riproporre al ministro la questione dell’antica stazione, un complesso vincolato architettonicamente dal 2004, e che dal 1984 ospita - come ricorda una nota della Regione - «uno tra i maggiori musei ferroviari a livello nazionale».

Di qui dunque la richiesta che la stazione «possa essere inserita nell'elenco delle 41 stazioni presenti sul territorio del Friuli Venezia Giulia che Ferrovie dello Stato è disposta a cedere a titolo gratuito ad enti pubblici o privati». Santoro ha ricordato a Lupi che la collezione del Museo ferroviario «è stata dichiarata dalla Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia "di eccezionale valore storico etnografico"». La stazione di Campo Marzio è stata dismessa dall'esercizio ferroviario nel 1958.

Al ministro, infine, Santoro ha donato il volume "Il Museo ferroviario di Trieste Campo Marzio", realizzato dall'Associazione Dopolavoro ferroviario del capoluogo giuliano che da decenni ormai cura la struttura museale.

I commenti dei lettori