In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

In tanti per l’ultimo saluto ad Amilcare Berti

Si sono tenuti a Buja i funerali dell’ex presidente della Triestina. Presenti tifosi, amici, giocatori. E anche Macalli lo ricorda

1 minuto di lettura

Tanta commozione, abbracci tra persone che hanno condiviso con lui momenti indimenticabili per lo sport cittadino. Era colmo di persone questo pomeriggio il duomo di Buja, dove si sono svolti i funerali di Amilcare Berti, ex presidente della Triestina. Amici e industriali, ma soprattutto tanti rappresentanti del mondo del calcio presenti per l’ultimo applauso spontaneo all’uscita del feretro dalla chiesa.

Oltre ai parenti e agli amici, c’erano i tifosi triestini e gli "eroi di Lucca". Non poteva mancare, tra gli altri, Ezio Rossi, l'indimenticato allenatore che in coppia con Berti sfiorò la A. In rappresentanza della Figc c’era Luigi Molinaro, del Comitato regionale, che ha ricordato come «la Triestina purtroppo è finita dopo la sua era». Tra i giocatori c’erano loro, gli “eroi di Lucca”, i giocatori che hanno fatto sognare Trieste: da Andrea Boscolo a Gianluca Birtig e Filippo Masolini.

Al termine della cerimonia, in tanti hanno portato le condoglianze alla famiglia e l’ultimo saluto a Berti, che per sua volontà sarà cremato. Berti intanto viene ricordato da Mario Macalli, presidente della Lega Pro: con Berti «se ne va - le parole di Macalli - un profondo conoscitore del calcio, che sapeva viverlo con semplicità e con la capacità di sognare e far sognare un'intera città. E i sogni si legano bene al calcio».

I commenti dei lettori