In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

«Le affermazioni della Del Zovo? Nichilismo allo stato puro». Ad affernarlo è il capogurppo del Pd in Consilgio comunale, Palo Frisenna, commentando le dichiarazione della consigliera regionale del M5S in merito alla realizzazione del Denox nella centrale elettrica monfalconesedi A2A.

«Prendiamo atto che il M5S è contrario all’installazione di un sistema di abbattimento delle emissioni nella centrale. Normalmente si fanno le battaglie per chiedere che vengano installati filtri e migliorie tecnologiche sugli impianti non il contrario, evidentemente il M5S punta alla politica del “tanto peggio tanto meglio”», aggiunge Frisenna.

Per quanto riguarda il comportamento del Comune, l’esponente del Pd Pd ricorda a Del Zovo che dieci nani fa l’amministrazione locale e quella regionale di centrosinistra impedirono la triplicazione dell’impianto a carbone a Monfalcone al termine di un durissimo braccio di ferro con Endesa e che oggi la linea del Pd sulla centrale elettrica è chiara: «Progressiva riduzione dell’uso del carbone e progetto di riconversione dell’area».

«Sono sorpreso - aggiunge Frisenna - della posizione della Del Zovo sui Denox, un obbligo di legge che doveva esser già realizzato, che pertanto ora va fatto immediatamente e poco importa quanto costi o quanto tempo ha l'azienda per rientrare della spesa: questa sorta di condono ambientale proposto dalla Del Zovo secondo cui, visto che mancano pochi anni alla dismissione del carbone non si dovrebbe procedere alla realizzazione dei Denox, è un insulto alle battaglie che il territorio ha fatto in questi anni». «Avere così tanto potere come consigliere regionale e farne un così inutile utilizzo - conclude il capogruppo del Pd - è un insulto a tutti quei militanti che perdono ore e serenità a studiare carte e immaginare soluzioni nuove».

I commenti dei lettori