In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Una giornata, 100 eventi: il Fvg punta sul digitale

Presentato il “D-Day” del 5 maggio voluto dalla giunta Serracchiani per «accelerare la rivoluzione tecnologica della regione”. La governatrice: «Primi in Italia». Coinvolti studenti, imprese, artigiani, pubblica amministrazione

1 minuto di lettura

Una giornata e cento eventi per accelerare la rivoluzione digitale: è il D-Day che si svolgerà in Friuli Venezia Giulia il prossimo 5 maggio, presentato a Trieste da Regione Friuli Venezia Giulia e Go On Italia.

Il calendario di appuntamenti si sviluppa su quattro assi principali: gli studenti, gli over 54, le piccole e medie imprese, gli artigiani, e la pubblica amministrazione. Tutti saranno coinvolti in incontri, presentazioni, dimostrazioni operative di come il digitale può migliorare la vita e l’economia.

«Sono orgogliosa e contenta di poter annunciare il D-Day - ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani -. È necessario che le persone capiscano le potenzialità degli strumenti tecnologici. Siamo la prima regione d’Italia e altri seguiranno il nostro esempio».

Partner del progetto sono primari gruppi dell’industria, da Vodafone a Microsoft, da Cisco a Hp, Fastweb, Poste Italiane e Generali.

Le iniziative spazieranno dai programmi di alfabetizzazione e avvicinamento al digitale per gli studenti delle scuole medie e superiori e per gli over 54, a specifici workshop dedicati alle pmi. Gli studenti del Friuli Venezia Giulia della scuola primaria e secondaria potranno vivere l'esperienza di un FabLab, un laboratorio digitale in cui sperimentare le tecnologie digitali. Il programma include, tra le altre cose, iniziative per bambini al Ditedi di Tavagnacco, formazione per docenti a Insiel, workshop sul software per il design all'Università di Udine, un incontro sul Cloud ad Area Science Park, un'anteprima di State of the Net sugli open data al Comune di Pordenone.

I commenti dei lettori