In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Controesodo, coda di 16 chilometri sul raccordo Trieste-Lisert

Giornata da bollino nero per il sistema autostradale del Friuli Venezia Giulia. Code e rallentamenti su tutte le barriere e gli svincoli. Automobili a passo d'uomo prima di Monfalcone provenienti dalle coste istriane e dalmate

1 minuto di lettura
È ancora molto sostenuto il traffico sulla rete autostradale di Autovie Venete che da questa mattina è sotto pressione: alle 17.30 le code sulla A23 tra Udine Nord e Palmanova erano di 11 chilometri, quelle tra Villesse e San Giorgio di Nogaro di 15 chilometri in direzione Venezia, e altri 16 chilometri sul raccordo Trieste-Lisert sempre in direzione Venezia. La concessionaria ha registrato grande traffico nei caselli dai quali si raggiungono le località balneari: 20 mila 308 entrate e 11 mila 487 uscite nella fascia oraria compresa fra mezzanotte e le 15.00 alla barriera di Trieste Lisert, e 11 mila 386 entrate e 11 mila 884 uscite al casello di Latisana con direzione Lignano e Bibione. Ancora, sono state 3 mila 336 le entrate e 3 mila 111 le uscite al casello di San Stino di Livenza in direzione Jesolo, 5 mila 232 entrate e 5 mila 060 uscite al casello di San Donà di Piave in direzione Caorle. I dati sono sostanzialmente in linea con quelli dell'estate precedente. Secondo Autovie Venete la circolazione sulla rete autostradale, nel tratto Trieste-San Giorgio di Nogaro (A4) non tornerà alla normalità prima della tarda serata, mentre la coda in A23 è in fase di rapida risoluzione.
I commenti dei lettori