In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Monfalcone: via Valentinis diventa un rione di Buenos Aires

Primo ciak del film tedesco ambientato nell’immediato Dopoguerra Oggi altre riprese a Panzano davanti alle ex case degli impiegati del cantiere

1 minuto di lettura

I residenti non la penseranno così, ma per i produttori di "Frei", il film diretto da Bernd Fischerauer per la Tellux di Monaco di Baviera, il fatto che due delle "case Spaini" di via Valentinis non siano state ristrutturate è davvero una fortuna.

Coperte con del bucato steso ad asciugare un paio di parabole, i due edifici per tutta la mattinata di ieri si sono trasformati nella perfetta ricostruzione delle palazzine di un quartiere popolare di Buenos Aires nel periodo dell'immediato secondo dopoguerra.

A indicarlo pochi, ma precisi, ritocchi: una fermata dell'autobus d'epoca abbinata a dei manifesti pure d'epoca e in spagnolo. A completare la trasformazione di via Valentinis nella Baires della seconda metà degli anni '40 alcune automobili d'antan, fornite da una società romana e trasportate a Monfalcone con un Tir.

Oltre agli attori impegnati nella pellicola, che racconta la storia dell'incontro tra un comandante dell'esercito tedesco e una ragazza polacca scampata ai campi di concentramento. Negli esterni ieri mattina sono stati impegnati sia l'attrice principale Lisa Bruhlmann, in abitino fantasia, giacca bianca e cappello, sia il protagonista, il 33enne attore tedesco Ken Duken. Ad affiancarli diverse comparse, tutti in costume, anche se di un tempo non così lontano. Le riprese, che avrebbero dovuto impegnare via Valentinis un paio di giorni fa, ma erano state rinviate causa maltempo, hanno attirato decine di curiosi. Non solo gli abitanti della zona, ma anche residenti in altre parti della città e che "non hanno voluto perdersi l'occasione di osservare da vicino come lavora la macchina del cinema". Sul set ieri era impegnata almeno una ventina di persone, tra regista, addetti alla fotografia, assistenti tecnici, scenografo, parrucchiera e truccatrice, addetta ai costumi, oltre a mezzi tecnici e di scena. Per diversi automobilisti la trasformazione di via Valentinis nella Buenos Aires degli anni '40 ha comunque rappresentato solo una scocciatura. Per permettere le riprese in esterno la strada è stata chiusa, in modo non continuativo, e il traffico deviato dalla polizia municipale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori