In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il regista Giraldi riceve il sigillo trecentesco

«Devo molto a Trieste, città della mia infanzia e delle mie più forti emozioni»

1 minuto di lettura

Ha esordito nel mondo del cinema come critico e aiuto regista di Sergio Leone, e ha poi diretto sul set artisti del calibro di Ugo Tognazzi e Luigi Proietti. Una carriera di tutto rispetto che gli è valsa ora il più importante riconoscimento della città. Il regista Franco Giraldi è stato insignito ieri mattina del sigillo trecentesco di Trieste. Un premio, è stato spiegato nel corso della cerimonia da Roberto Cosolini, assegnato per quanto fatto da Giraldi nella valorizzazione del territorio. «La ringrazio per quello che ha fatto attraverso la sua opera - è stato il messaggio espresso dal sindaco - e per quello che sicuramente continuerà a fare per il nostro patrimonio culturale». Durante la cerimonia, tra l’altro, non sono mancati i riferimenti al liceo Petrarca frequentato sia da Cosolini sia dal regista e di cui l’anno prossimo ricorre il centenario.

Nato in provincia di Gorizia, Franco Giraldi ha sempre sottolineato il suo grande attaccamento verso Trieste. «Città - ha ribadito anche ieri nel Salotto azzurro prima di firmare il “libro d’oro” del Comune - della mia infanzia, delle mie amicizie e delle mie più forti emozioni».

I commenti dei lettori