Contenuto riservato agli abbonati

Carlo Marchesetti, il paletnologo triestino che strappava la storia dal grembo della terra

Un ritratto di Carlo de Marchesetti, più noto come Carlo Marchesetti, ma anche, nella variante tedesca, come Carl von Marchesetti (Trieste, 17 gennaio 1850 – 1 aprile 1926)

Scienziato eclettico, a ventisei anni divenne direttore del Civico Museo Ferdinando Massimiliano

TRESTE Paletnologo, oltre che paleontologo. Carlo Marchesetti (nato a Trieste il 17 gennaio 1850 e mortovi il 1° aprile 1926) è il tipico scienziato che va oltre gli steccati del sapere - attitudine in fondo diffusa all’epoca - e con passione si misura in discipline diverse. Botanica, geologia, zoologia e, appunto, paleontologia e paletnologia: ovvero archeologia preistorica. E proprio occupandosi di archeologia preistorica, Marchesetti, a cavallo fra il XIX e il XX secolo, riesce a far tornare alla luce la nostra storia primitiva, «i cui documenti non si trovano in nessun archivio ma devono venir strappati dal grembo della terra».

Video del giorno

Rugby, la meta che genera sospetti: il giocatore aspetta due minuti per schiacciare la palla

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi