Contenuto riservato agli abbonati

L’attrice Sarah Bernhard un’unica volta a Trieste con otto tonnellate di abiti

Dall’alto a sinistra, Sarah Bernhardt, Danilo De Marco, Elio Bartolini, Alberto Farassino

Nel Piccololibri in edicola sabato la mostra sulla Cina di Danilo De Marco, il ricordo di Elio Bartolini e della soffitta triestina del cinema

TRIESTE. Quando scende a Trieste, il 30 gennaio 1882, con un giorno di ritardo rispetto al previsto, Sarah Bernhardt non viaggia leggera. La famosa attrice francese, in arrivo da Graz dove è stata trattenuta per un’ulteriore recita oltre a quelle stabilite nel contratto, ha con sè un bagaglio di 150 colli. Gli addetti dell’Hotel de la Ville avranno dovuto faticare parecchio per recapitare i bauli nella suite riservata dalla divina, a tre saloni e sontuosamente arredata: in tutto porta con sè otto tonnellate di abiti e accessori.

Video del giorno

Il soldato che muore combattendo per salvare il compagno ferito

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi