Contenuto riservato agli abbonati

Il Rigoletto dolente di Cecconi a fianco di un’elegante Iniesta

Consensi unanimi al Verdi di Trieste per la prima dell’opera diretta da Valentina Peleggi Peccato per quella chiusura del sipario all’atto del ferimento di Gilda

TRIESTE. A distanza di sei anni ritorna al Teatro Verdi un’opera molto amata come “Rigoletto”, primo titolo della popolare trilogia verdiana, assiduamente presente nei cartelloni dei teatri italiani ed esteri fin dal trionfo del debutto avvenuto alla Fenice di Venezia l’undici marzo 1851. A Trieste è stato rappresentato ben 27 volte per un totale di 182 recite, che hanno visto succedersi i baritoni più famosi del momento, dagli storici Maurel e Stracciari ai Tagliabue, Protti e Montefusco attivi a metà del secolo scorso, fino ai più recenti Cappuccilli, Nucci, Bruson e Salsi.

Video del giorno

Napoli, aliscafo sbanda e si schianta contro la scogliera di Mergellina: paura tra i bagnanti

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi