Diventa un film la vita di Santin, il vescovo difensore di Trieste

Antonio Santin (Rovigno 1895 – Trieste 1981) fu vescovo di Trieste e Capodistria

Un documentario ricostruisce la biografia del presule dall’ordinazione sacerdotale al suo impegno in prima persona nei momenti salienti fra le due guerre mondiali

TRIESTE L'uomo, il cittadino, l'ecclesiastico, l'impegno a fianco delle etnie del territorio. La vita e i valori dell'Arcivescovo Antonio Santin rivivono nel docufilm dal titolo “Mons. Antonio Santin, defensor civitatis”, opera prodotta dalla Venice Film all'interno di un progetto a cura dell'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Oltre cinquanta minuti di racconto, un flusso narrativo disegnato tra le cronache, le svolte storiche e diverse testimonianze, tra sfondi che si colorano soprattutto del mare, quello di Trieste e di Rovigno.

Antonio Santin viene rievocato anche con i tratti biografici, partendo dalle origini sino all'ordinazione sacerdotale, avvenuta il primo maggio del 1918, giungendo poi al vissuto da vescovo di Fiume, Trieste e Capodistria, ai contrasti con il regime fascista sul tema delle leggi razziali, al ruolo fondamentale ricoperto nei rapporti con gli altri culti e con l'anima slava del territorio, di cui fu a costante supporto, anche nella riformulazione di alcune liturgie cattoliche: «Si tratta di un nuovo documento che rispecchia bene e in modo equilibrato il vissuto di monsignor Santin – ha sottolineato Ettore Malnati, che per diversi anni fu a fianco di Santin in veste di segretario – da questo docufilm emergono le caratteristiche dell'uomo e del cittadino, ancor prima dell'ecclesiastico, riportando alla luce un impegno costante non solo per la pacificazione della città in tempi bellici ma soprattutto per la dignità della persona – ha aggiunto il vicario per la Cultura della Diocesi di Trieste – indifferentemente se si trattasse di un credente o meno».

L'opera inquadra naturalmente la città di Trieste e lo fa attraverso le analisi dei momenti topici della guerra e del dopoguerra: «Abbiamo voluto ricordare colui che è stato il pastore di un popolo poi sparso in tutto il mondo – ha affermato Renzo Codarin, presidente della Anvgd – ma per quanto riguarda Trieste, si evince ancora fortemente il suo ruolo di città della pace, una caratteristica indelebile, viva ancora oggi e che risale proprio all'impegno profuso da Monsignor Santin, per il bene sempre di tutti».

Il documentario si avvale di diversi interventi. A rievocare l’impegno civile e religioso di Antonio Santin, oltre a monsignor Malnati, figurano il vescovo di Trieste, Giampaolo Crepaldi, gli storici Donatella Schurzel ed Enrico Halupca, il vertice della Comunità Nazionale di Rovigno, Gianclaudio Pellizzer. A nutrire il racconto ci sono poi le testimonianze di alcuni esuli, vedi quanto ricordato da Halia Giacca, la quale ha sintetizzato la vita di Antonio Santin in sole due parole: “Amore e Giustizia”.

Il docufilm “Mons. Antonio Santin, defensor civitatis” è stato presentato in prima nazionale nel corso di una serata organizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Studium Fidei nella sala “Paolo VI” di via Tigor 24. Nel corso dell'incontro, curato nella presentazione da Fulvio Sluga, sono intervenuti anche Bruno Marini (Comunità istriane), Renzo Codarin (Anvgd) e Paolo Sardos Albertini (Lega Nazionale), tutti concordi a sottolineare il ruolo centrale avuto dal vescovo Santin nella storia del territorio e nell'attuazione di una sorta di ecumenismo civile e sociale, ancor prima che religioso.

Il docufilm si appresta ora a sbarcare in altri circuiti televisivi in campo regionale e nazionale ma pare voler puntare anche ad una distribuzione come dvd.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

"Perché li hanno lasciati andare?". Lo sfogo della sorella di Erica dispersa sulla Marmolada

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi