Contenuto riservato agli abbonati

Arthuro Nathan, il contemplatore solitario che morì nel lager trascinato in un abisso

Al Mart di Rovereto fino al 1° maggio il tributo al pittore triestino, ideato da Vittorio Sgarbi in occasione della Giornata della Memoria

TRIESTE Nel primo pomeriggio di ieri negli spazi espositivi del Mart di Rovereto si è tenuta l’inaugurazione della mostra “Arturo Nathan. Il contemplatore solitario”. Inizialmente pensata per il giorno della memoria, è stata anticipata di qualche giorno per gli impegni politico-istituzionali del presidente del museo Vittorio Sgarbi, ideatore della mostra.

Curata da Alessandra Tiddia, realizzata in collaborazione con Alessandro Rosada e la Galleria Torbandena di Trieste, presenta un nucleo di una ventina di opere realizzate tra gli anni Venti e Trenta del secolo scorso a riassumere la breve ma significativa carriera artistica del pittore.

Vengono

Video del giorno

Trieste, le associazioni: «Dal sindaco Dipiazza parole spregevoli sul caso Alpini»

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi