Contenuto riservato agli abbonati

Il dopoguerra e l’esodo fecero rinascere a Trieste la Lega Nazionale

Il sodalizio patriottico visse una nuova stagione nel momento in cui il nuovo confine sconvolse i territori orientali. Le attività continuano anche oggi sul piano culturale

TRIESTE La seconda guerra mondiale sconvolse i territori orientali italiani e le loro popolazioni. Violenze d’ogni genere e intensità si abbatterono sui villaggi, sulle case, sulle famiglie. Gli italiani della Venezia Giulia, dell’Istria, del Quarnero e della Dalmazia pagarono doppiamente le conseguenze d’una guerra perduta, pagarono per tutti: rastrellamenti, campi di prigionia, foibe, esodo. Per loro tutti e per coloro che assistettero a tali tragedie calò rapidamente il velo oscuro del dolore sul volto della patria.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Giornata della memoria a Trieste, il sindaco invita Arcigay alla cerimonia in Risiera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi