Contenuto riservato agli abbonati

Ovadia: «Lo scalo di Trieste, hub di cultura e non solo diporto»

Per il rilancio la città deve puntare in grande su progetti e idee, come Amsterdam e Amburgo

TRIESTE In teatro l'ha raccontata fin da "Trieste ebrei e dintorni" nel 1988. Si sente molto legato alla città, Moni Ovadia, forse per quel suo essere attento osservatore di popoli, culture e soprattutto confini. E anche oggi che è direttore del Teatro comunale di Ferrara, non smette di rivolgere il suo sguardo a nordest, alla sua costa in particolare.

Ha detto che per lei Trieste è una città magica.

«È

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

A Trieste i funerali di Liliana, il marito: "La verità verrà fuori"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi