Capuçon e Corti al Teatro Verdi di Pordenone

Un solenne inno alla bellezza degli scenari alpini, teatri di pietra tra terra e cielo, dove le suggestioni della montagna sono affidate al corno, strumento evocativo dalle molte qualità timbriche e sonore, segna l’evento-concerto in esclusiva nazionale oggi al Teatro Verdi di Pordenone (ore 20.30) “Il corno delle Alpi”, un omaggio d’eccezione agli scenari d’alta quota con l’esibizione di musicisti del calibro della star mondiale del violino Renaud Capuçon (foto) e di Guido Corti, tra i tre migliori cornisti del pianeta. Con Guillaume Bellon al pianoforte e il soprano Clara La Licata, eseguiranno un programma che spazia da Richard Strauss (Alphorn per voce corno e pianoforte) a Hector Berlioz (Le jeune pâtre breton per voce corno e piano), da Igor Stravinsky a Johannes Brahms (Sonata n.2 in la magg. op. 100 e Trio op. 40 per violino corno e pianoforte). Info e biglietti su teatroverdipordenone.it e in teatro (0434 247624).



Video del giorno

A Trieste i funerali di Liliana, il marito: "La verità verrà fuori"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi