In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

«Un giornalista di rango ma anche un vero intellettuale e un profondissimo conoscitore e narratore del mondo slavo. Indimenticabile il suo lavoro di cronista e testimone da Mosca, che sapeva entrare nelle case degli italiani con l'eleganza che lo contraddistingue e anche con il suo inconfondibile accento». Così la senatrice Tatjana Rojc (Pd) ha parlato di Demetrio Volčič in occasione del suo novantesimo compleanno (è nato a Lubiana il 22 novembre 1931), nel giorno in cui a Gorizia alla Biblioteca del Trgovski dom siè svolta la presentazione del suo primo libro in lingua slovena, “Iz ozadja” (Dal retroscena), edito da Ztt - EstLibri di Trieste. «Le sue doti di vivido notista si ritrovano nel suo ultimo libro – ha detto Rojc - fatto di scritti e ricordi che tracciano il percorso di Volčič da Lubiana (bellissime le pagine dedicate ai pomeriggi col padre al caffè ‘Zvezda’ dove si giocava a scacchi e si parlava di politica) a Trieste».

I commenti dei lettori