Festival della psicologia, doppio appuntamento venerdì a Cormons

Marta Bassi

CORMONS Giunge al termine la seconda edizione del Festival della Psicologia in Friuli Venezia Giulia, organizzato dall'Associazione Psicoattività grazie al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Tutti gli appuntamenti proposti accostano conferenze e approfondimenti di tipo scientifico a performance artistico-culturali: con un approccio divulgativo, gli eventi del Festival hanno lo scopo di diffondere la cultura psicologica con strumenti multidisciplinari. “Dalle credenze alle scienze psicologiche” è il tema conduttore delle proposte di quest’anno.

Un finale di grande respiro, venerdì 19 novembre, che approda a Cormons, al Teatro Comunale. Alle 18 sarà protagonista dell’incontro scientifico la prof.ssa Marta Bassi, Professore Associato di Psicologia Generale presso l’Università degli Studi di Milano “La Statale”. Introdotta da Claudio Tonzar (direttore Scientifico del Festival e docente all’Università di Urbino) e Tiziano Agostini (Professore Ordinario Psicologia Generale, Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste), parlerà di felicità. Partendo dall’ennesima “credenza fallace”, l’incontro nasce da una domanda: “Felicità: basta la salute?”.
È proprio vero che la salute fisica sia la componente più importante per essere felici? Recenti risultati di ricerca nell’ambito della psicologia del benessere hanno mostrato come la felicità umana sia molto più correlata a fattori interni, come l’armonia e l’equilibrio interiore, o a fattori situazionali come le relazioni familiari e interpersonali, piuttosto che alla salute fisica.

A seguire chiuderà la serata (e il Festival) alle 20.30 un concerto ideato e concepito per l’occasione, e curato ancora dall’Associazione Progetto Musica. “Viaggio al Centro della Musica. Alla scoperta dell’essenza della musica e di come agisce sulle nostre emozioni” è il concerto-racconto, inserito nel Festival “Nei suoni dei luoghi 2020”, che avrà come filo conduttore il rapporto tra suoni ed emozioni: perché melodie, armonie, timbri e ritmi diversi generano stati d’animo così fortemente differenti e connotati?

Attraversando vari momenti del repertorio cameristico, toccando differenti tonalità e soluzioni timbriche, il concerto aiuterà il pubblico a scoprire cosa si cela dietro il mistero della musica, citando Pitagora e la cimatica, Masaru Emoto e Bruno Oddenino. Per comprendere la geometria del benessere creata dall’arte dei suoni, il senso profondo del colore musicale e della tonalità. “La consapevolezza dell’ascolto può guidare tutti a seminare nella nostra vita un germe di gioia sonora” spiegano le stesse artiste, ideatrici del concerto: Valentina Lo Surdo (musicista, conduttrice radiofonica e televisiva) impegnata nella “narrazione” dello spettacolo al fianco di Valentina Danelon al violino e Francesca Sperandeo al pianoforte, in un ampio excursus che spazia tra Bach, Mozart, Beethoven, Schubert, Pärt.

Per partecipare sono obbligatori la prenotazione (qui il link) e il Green Pass.

Video del giorno

Metropolis/13 Live Speciale Quirinale - Salti di fine stagione. Con Corrado Augias e Stefano Folli

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi