Napoleone a Villa Manin i tanti volti del generale tra celebrazione e ambiguità

Fino al 9 gennaio dipinti, sculture, incisioni tratteggiano la figura di Bonaparte, nel bicentenario della morte

TRIESTE. “Napoleone. Un omaggio” è la mostra con cui a Villa Manin di Passariano si ricordano i duecento anni dalla morte di Bonaparte, avvenuta il 5 maggio 1821 sull’isola di Sant’Elena, dove il generale francese era stato esiliato dopo la battaglia di Waterloo. La mostra, organizzata dall’Erpac, l’Ente regionale per il patrimonio culturale, rimarrà aperta al pubblico fino al 9 gennaio 2022, curata da Guido Comis e Dino Barattin, intervenuti alla presentazione insieme a uno dei più importanti ricercatori e studiosi della figura di Napoleone, Paolo Foramitti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, nasce il "Coordinamento 15 ottobre"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi