Contenuto riservato agli abbonati

“Noi esuli”, le cronache di una diaspora senza fine attraverso l’informazione

Presentato al Salone del libro dell’Adriatico orientale il longform realizzato dal Piccolo in collaborazione con il Centro di documentazione della cultura giuliana

TRIESTE L’esodo istriano, di cui a Trieste si conoscono molti particolari per la prossimità geografica e per le vicende che hanno riguardato il recente passato di molte famiglie, continua ad accendere discussioni e riflessioni, specialmente da quando l'argomento non è più un tabù per l'opinione pubblica italiana.

“NOI ESULI” – IL LONGFORM DEL PICCOLO

Ad aprire gli incontri della nuova edizione della Bancarella, il Salone del libro dell'Adriatico orientale, ieri (giovedì) pomeriggio in piazza Sant'Antonio è stato proprio l'atteso appuntamento dal titolo “Visioni dell'esodo tra passato e futuro” focalizzato in particolare su come “Il Piccolo” ha raccontato l'esodo tra il 1945 e il 1956.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Halloween a tavola: afrodisiaca e antispreco, cosa c'è da sapere sulla zucca

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi