Wunderkammer inizia all’Inferno per rivedere “Li stelle della sera”

Otto concerti sparsi tra la Sala Luttazzi, Basilica di San Silvestro e chiesa luterana Si inizia il 22 settembre con il Quoniam Ensemble che accompagna un film muto

TRIESTE Otto appuntamenti dal 22 settembre al 16 novembre 2021, alle 20.30, per la 16esima edizione di Wunderkammer Festival che con la sua Stanza delle Meraviglie piena di strumenti d'epoca preziosi e musica non convenzionale, porterà in note la musica antica, mescolando generi ed epoche. Alla Chiesa Luterana di Largo Panfili, la Basilica di San Silvestro e la Torre del Lloyd, si aggiunge quest'anno, tra le sedi, anche la Sala Luttazzi del Comune di Trieste al Magazzino 26 in Porto vecchio per tre concerti nell'ambito della rassegna "Una luce sempre accesa”.

Forqueray Unchained tra i protagonisti di Wunderkammer a Trieste

«Anche per questa edizione - spiegano Paola Erdas, direttore artistico e Andrea Lausi, direttore emerito - abbiamo preparato un viaggio, che parte dall'Inferno di Dante e che ripercorrerà una collezione di suoni e repertori eseguiti da musicisti del presente su strumenti dell'epoca sino a percorrere oltre 500 anni di musica».

Ed ecco che allora da Incipit dall'Inferno, il 22 settembre nella Sala Luttazzi del Magazzino 26 con il Quoniam Ensemble a fare da accompagnamento al film muto “Inferno”, del 1911, si passerà alle arpe dell'Ensemble de harpes Sébastièn Érard in “Li stelle della sera”, che riproporranno idealmente, il 25 settembre nella Basilica di San Silvestro, il mondo musicale napoletano dei fratelli Caramiello di fine '800. Si passa poi al concerto realizzato in collaborazione con il progetto europeo EEEmerging+, insieme alle potenti voci del gruppo Cantoria in Ensaladas Y madrigali, martedì 28 settembre alla Torre del Lloyd. Affetti e Meraviglie, nella Chiesa Luterana, il 2 ottobre, sarà una serata di musica inedita con la soprano Arabella Cortese e Alberto Busettini, direttore artistico del Festival Risonanze, al cembalo e all'organo, mentre il 5 ottobre alla Torre del Lloyd sarà la volta dello sloveno Bor Zuljan al liuto in A Fancy, su musiche di John Dowland, uno dei migliori compositori di songs per liuto e voce del 1500.

Dal concerto audace e immaginativo in cui Emmanuelle Dauvin suonerà contemporaneamente il violino e la pedaliera d'organo nella Sala Luttazzi il 12 ottobre in Ovni Baroque, un album uscito nel maggio 2021 per l’etichetta Hitasura Productions, si passerà a “Todo el mundo en general”, il 21 ottobre, nella Chiesa Luterana, un viaggio musicale lungo il filo rosso della letteratura tastieristica spagnola, con Maria Cecilia Farina, organista e cembalista pluripremiata. Infine Forqueray Unchained, il 16 novembre, nella Sala Luttazzi, presenta un programma costruito con delle “Suite Mosaïque”, di brani di autori diversi, a cui, al virtuosismo del giovane violista André Lislevand, vincitore del Diapason Decouvert con l'album d'esordio uscito per Arcana, si accompagna il clavicembalo di Paola Erdas e la tiorba di Jadran Duncumb.

Tra gli eventi, anche un simposio online il 6 novembre e nel 2022 ancora un concerto, il Gran finale in occasione della Giornata Europea della Musica Antica, il 21 marzo, con laReverdie e Paola Erdas.

Info su www.wunderkammer.trieste.it.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Un'auto senza targa in fiamme nei campi a San Floriano del Collio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi