Contenuto riservato agli abbonati

Il tenore Gianluca Terranova: «Il mio Conte Danilo non sarà un libertino»

«Penso a un personaggio innamorato ma scanzonato lo interpreto come in un varietà di altri tempi»

TRIESTE. Nato a Roma nel 1970 sotto il segno del Cancro, Gianluca Terranova è ancora studente di pianoforte in Conservatorio che già ama sperimentare altre vie come la fusion e il jazz e, per arrotondare, fa serate nei piano-bar cantando le hit fine Anni ’80 tra cui la famosa “Caruso” di Lucio Dalla, adatta a far risaltare la duttilità della sua voce che passa con naturalezza dalla modalità pop allo sviluppo lirico.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, 3783: la falsa notizia dei morti in Italia

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi