Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, l’orchestra Busoni dedica a Mozart il solstizio d’estate

Domenica sera alle 21.21 nella Sala Luttazzi l’omaggio al compositore austriaco con lda Serenata in re maggiore, il Rondò per violino e la sinfonia numero 40

TRIESTE Tre ricorrenze insieme per un concerto che segna il ritorno dal vivo in città della storica formazione fondata nel 1965 da Aldo Belli: l'anniversario della morte di Mozart (320 anni), la Festa della Musica e il solistizio d'estate. A proporlo, domani in un orario simbolico (le 21.21) nella Sala Luttazzi del Magazzino 26 in Porto Vecchio sarà la Nuova orchestra Ferruccio Busoni diretta da Massimo Belli (professore di violino al conservatorio Tartini che di recente ha diretto i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino e la Euro Sinfonietta di Vienna) con la partecipazione del violinista Lucio Degani (docente al conservatorio Tomadini di Udine).

Il concerto, a ingresso libero fino a esaurimento posti, è organizzato dall'orchestra e dal Comune di Trieste con il contributo di Regione, ministero della Cultura, Turismo Fvg e Fondazione Kathleen Foreman Casali.

«Ho scelto proprio questa data - riferisce il direttore d'orchestra Belli - perché ritornare a suonare a Trieste dal vivo per il nostro pubblico è per noi motivo di grande gioia. Sarà una festa, per rivivere assieme al pubblico dopo tanto tempo le emozioni che solo la musica può dare. Ma senza dimenticare i momenti drammatici appena vissuti, nel rispetto e col ricordo di chi la musica la ascolta dal cielo».

Il programma comprenderà tre composizioni del grande autore salisburghese. «Il programma che presenteremo - prosegue Belli - è interamente dedicato a uno dei miei compositori preferiti. La sua musica contiene una grande energia ed è capace di evocare i sentimenti e le emozioni che sono in noi con discrezione ed eleganza. È musica che non stanca mai e a ogni ascolto ti fa sempre scoprire qualcosa di nuovo. Inizieremo con la famosa e piacevolisima Serenata per archi e timpani a cui seguirà uno dei tempi staccati scritti da Mozart per violino e orchestra con l’apporto solistico di Degani e concluderemo con la Sinfonia Kv 199 in sol maggiore. Scritta da Mozart a 17 anni, parte con un Allegro dove la gioia esplosiva iniziale si alterna con temi cantabili di grande dolcezza. Il secondo tempo è un Allegretto grazioso che inizia con un tema popolare per concludersi con il Presto finale: un fugato gaio e vivace che ci sembrava il messaggio più adatto per concludere una festa».

L'orchestra ha ripreso da poco l'attività concertistica dopo il lungo stop causato dalla pandemia. «Abbiamo ricominciato domenica 13 giugno nella piazzetta di Giassico per le Enoarmonie organizzate dall'associazione Sergio Gaggia - racconta Belli -. Il pubblico era molto numeroso e la voglia di ascoltare musica e partecipare al concerto molto evidente. La nostra estate musicale proseguirà con molti altri appuntamenti, tra i quali i concerti che terremo per il Festival Internazionale vicino/lontano, a Trieste Estate e al Festival Internazionale Tartini a Pirano. Il 4 ottobre infine riproporremo il concerto programmato lo scorso anno al Teatro Verdi per la Società dei Concerti con il violinista Massimo Quarta e nelle giornate successive saremo impegnati nella registrazione dei brani proposti».

In considerazione della capienza limitata per le misure sanitarie, è consigliata la prenotazione via mail a: segreteria@orchestrabusoni.it, indicando nominativo e numero di telefono. Ulteriori informazioni sul sito www.orchestrabusoni.it.

Video del giorno

Max Tramontini si candida come consigliere comunale di Trieste

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi