Contenuto riservato agli abbonati

Buon compleanno Tartini. La sua eredità in digitale da Trieste si apre al mondo

Un ritratto di Giuseppe Tartini (1692-1770) appartenente a una collezione privata. Foto Agf

A duecentocinquantuno anni dalla morte del poliedrico violinista e compositore nato a Pirano da oggi al Conservatorio triestino un museo interattivo transfrontaliero, con rarità e curiosità 

TRIESTE A 250 anni più uno dalla scomparsa, a 330 anni meno uno dalla nascita ed esattamente a 300 anni dall'assunzione presso la Cappella musicale di Sant'Antonio a Padova, il Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste celebra il Maestro delle nazioni dal quale prende il nome. È stato presentato infatti il Museo interattivo transfrontaliero a lui dedicato, in una vernice digitale della quale sono stati protagonisti promotori e curatori delle iniziative avviate l'anno scorso nell'ambito del progetto Interreg Italia-Slovenia.

L’anno 2020 era iniziato con la presentazione di un ricco programma che avrebbe legato in percorsi culturali e progetti digitali i luoghi di Tartini: Pirano e Padova, ma anche Trieste, sede del Centro di documentazione e studi tartiniani.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Tennis, l'esilio dorato di Djokovic nella sua Belgrado

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi