Contenuto riservato agli abbonati

Dai roghi alle stragi sulla frontiera adriatica: così il Novecento ha distrutto i diritti umani

La redazione de Il Piccolo dopo il rogo del 1915

Domani esperti in streaming si confrontano per iniziativa dell’Università di Trieste e dell’Istituto regionale per la storia della Resistenza 

TRIESTE Nel corso del Novecento, che molti dicono breve ed altri fin troppo lungo, l’area ex jugoslava è stata caratterizzata da ripetute e gravissime ondate di violenze politiche di massa, tali da sfondare la soglia del genocidio. Lo stesso è avvenuto, se pur con intensità minore, nella fascia di transizione fra Balcani ed Italia, e cioè quella frontiera adriatica nella quale ancor oggi viviamo, fortunatamente più tranquilli.

Video del giorno

L'attacco dei razzi russi contro i cannoni Usa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi