Contenuto riservato agli abbonati

Quando la libera muratoria si aprì all’Italia

Allegoria massonica, da “The history of freemasonry” (1906)

In città la prima loggia regolare, chiamata Alla Concordia, fu costituita nel 1774 da un ufficiale austriaco, composta da commercianti, possidenti, negozianti, medici e aristocratici

TRIESTE La Trieste austriaca del XVIII secolo conobbe, a partire dall’istituzione del porto franco decretata il 18 marzo 1719, un considerevole incremento demografico ed economico. Mercanti di varie nazionalità e religione confluirono in città attratti dalle franchigie e dai privilegi concessi da casa d’Asburgo, plasmando una realtà multietnica e pluriconfessionale.

Negli anni di Maria Teresa Trieste divenne l’avamposto marittimo e il più importante emporio commerciale della monarchia danubiana.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Un'auto senza targa in fiamme nei campi a San Floriano del Collio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi