Contenuto riservato agli abbonati

Per un tedesco Trieste è sensazionale, qui si rivela il bel paesaggio italiano

L’architetto e urbanista arrivò in città a ventidue anni, nel 1803, per il tradizionale Gran Tour. Fu catturato dal golfo contornato dai monti dell’Istria ma anche dalla vivace movida cittadina 

TRIESTE. Nella galleria dei pittori romantici tedeschi del Museo di Charlottenburg a Berlino si possono ammirare dipinti di silenziosi paesaggi con solitarie figure in primo piano che guardano orizzonti lontani, viandanti sorpresi al limitare di un colle o sulla sponda del mare nella luce crepuscolare della sera. Immagini che ritroviamo nelle straordinarie rappresentazioni che il giovane Karl Friedrich Schinkel fece di Trieste in schizzi, dipinti e nelle pagine del suo diario, scritto in stile epistolare nel 1803.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi