Libri da vicino a Pordenone dalla poesia contro la paura al Carso della Grande guerra

PORDENONE

Libri da vicino, a Pordenone, per riscoprire gli autori e gli editori che, ogni giorno e con cura artigiana, tramandano ai lettori le storie, i personaggi, le tradizioni e i luoghi del territorio. Ecco dunque il nuovo cartellone “Libri da vicino. Editori e scrittori in fiera”, frutto di una collaborazione fra PordenoneFiere e Fondazione Pordenonelegge, nell’ambito della prima edizione de LAfiera!. Oggi e domani, sabato 31 ottobre e domenica primo novembre, appuntamento al Padiglione 8 della Fiera di Pordenone, dove sarà di scena la mostra-mercato dei libri (Orari: Venerdì dalle 14.30 alle 19.30; sabato e domenica dalle 10 alle 19.30), animata nello spazio incontri adiacente, da molti autori in presenza. Si parte con la “poesia come resistenza” - anche e soprattutto al tempo del virus – per chiudere, domenica primo novembre, con Toni Capuozzo e il suo nuovo libro, “Piccole Patrie”, in anteprima assoluta. Protagonisti, tra gli altri, anche Francesco Indrigo, Giovanni Santarossa, Giuseppe Mariuz, Massimo Pighin, Marco Salvador e Matteo Salvador, Carlotta Kovatsch, Odette Copat, Paolo Mosanghini, Gian Mario Villalta, Alessandro Canzian. Oggi si parte alle 15.30, per raccontare “La poesia come resistenza” e le voci al tempo della malattia, un evento a cura di Samuele editore. Francesco Indrigo, Silvio Ornella e Roberto Rocchi si confronteranno sulla capacità della poesia di “dire” l'uomo, e saper raccontare, nel 2020 pandemico, la straordinaria e bellissima ostinazione di esserci nonostante la paura, mentre la nostra vita sembra invece scandita da telegiornali e dirette Facebook, fra informazione e disinformazione. Alle 17.30 Giovanni Santarossa, editore di Biblioteca dell’Immagine, ripercorrerà le pagine di “Carso”, la straziante testimonianza dell’austriaco Kornel Abel, dal fronte delle Battaglie dell’Isonzo nella Grande Guerra. Un libro fondamentale per capire il dramma vissuto dagli altri: i soldati dell’Esercito Austro-Ungarico. Si prosegue, domani alle 11, con “Il segnalibro”, l’opera narrativa di Giuseppe Mariuz, edita Gaspari, intessuta fra storia e fiction. Alle 15.30 “I segreti di Fiore Lilla”, edito Alba edizioni, e alle 17.30 l’attenzione dei lettori si sposterà su “I castelli friulani”, Marco Salvador e Matteo Salvador, gli autori del libro edito Biblioteca dell’Immagine, ne parleranno con Giovanni Santarossa. —




Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi