Addio a Chersi, Rumiz: «Andavo in bar a Barcola ad ascoltare le sue storie di tempeste e bastimenti»

Lo scrittore triestino nel libro “Il Ciclope” gli ha dedicato un brano .«Narratore unico, irresistibile quando parlava dei fari»

Pasta con canocchie, mandorle e limone

Casa di Vita