Contenuto riservato agli abbonati

Dall'Istria al Friuli. Torna la prosa del Festival estivo del Litorale

Una scena tratta dallo spettacolo “Gli sposi romanian tragedy” che aprirà la rassegna dedicata alla prosa

Le rappresentazioni teatrali a Trieste, Muggia Udine e Slovenia dal 18 luglio al 10 settembre

TRIESTE Coinvolgerà anche Trieste e Muggia, oltre che Udine, l’edizione 2020 del Festival estivo del Litorale, in programma dal 18 luglio al 10 settembre, che si divide in due. Giunto alla quinta edizione, il festival, sotto la direzione artistica, per la parte italiana, di Alessandro Gilleri, Tommaso Tuzzoli e Katja Pegan (che cura anche la parte slovena con Neva Zajc), nel primo mese di programmazione prevede 5 rappresentazioni.

Anche quest’edizione conferma il legame transfrontaliero del festival, che continua a promuovere le sue attività in tutta la Slovenia. Novità del 2020, la partnership con Css, teatro stabile d’innovazione del Fvg. «Da quest’anno la rassegna - spiega Gilleri - si scinde in due distinti progetti: Muggia Teatro, a cura della Golden Show di Trieste, e Festil - Festival estivo del Litorale, organizzato dall’associazione culturale Tinaos. Un’operazione che nasce dalla volontà di permettere al Festival estivo del Litorale - sezione italiana, collegato al Primorski Poletni Festival, di essere autonomo e, in quanto unico Festival di Prosa del Fvg riconosciuto dal Mibact, potenziare la propria offerta culturale legata alla drammaturgia contemporanea. La natura internazionale e transfrontaliera e il compito di dare spazio ai nuovi linguaggi della scena - precisa Tuzzoli - è espressa dal sottotitolo: “drammaturgia contemporanea dall’Istria al Friuli”.

La connessione con il Primorski Poletni Festival e la realizzazione di una programmazione diffusa in tre città sono alla base della nostra idea di un teatro capace di unire territori e persone. Causa l’emergenza sanitaria, la rassegna ha subito uno slittamento, ma siamo riusciti a programmare tutti gli appuntamenti. La nostra ripartenza vuol essere un segnale per il territorio». Aprirà la rassegna “Gli sposi romanian tragedy” il 18 luglio al Teatro San Giorgio di Udine, che il 23 ospiterà lo spettacolo vincitore del Festival urbano multimediale In Box 2020: “Stay Hungry”. Il 24 luglio, al Teatro dei Fabbri di Trieste, sipario su “La ricerca della simmetria” di Chiara Boscaro e Marco Di Stefano con Giovanni Boni, Marzia Postogna, Francesco e Anna Godina e Davide Rossi. Produzione de La Contrada, il testo unisce giallo e scienza, prendendo spunto da due vite che sì intrecciano: quelle di Abdus Salam, Premio Nobel per la Fisica e di una giovane ricercatrice di Esof2020. Spazio ai talenti under 35 infine con “Qui, cosa ci faccio io qui?”, coproduzione Tinaos e Golden Show con Elvira Scorza e Loris De Luna. Debutto il 29 luglio al Teatro dei Fabbri e replica il 30 luglio a Udine. Programma completo su www.muggiateatro.com. —

 

Video del giorno

Pedofilia, arrestato 52enne di Gorizia: il video della polizia

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi