Contenuto riservato agli abbonati

Norma Cossetto, un secolo di Storia macchiato della ferocia contro gli infoibati

Cento anni fa nasceva la giovane trucidata nel 1943 dai partigiani jugoslavi, eletta a simbolo della sopraffazione

Cento anni fa, il 17 maggio 1920, nasceva Norma Cossetto, la studentessa italiana, di Visinada, uccisa da partigiani jugoslavi nel 1943 nei pressi della foiba di Villa Surani.

Oggi, Norma avrebbe avuto cent’anni. Difficile immaginarla da vecchia signora, dopo aver visto il volto sorridente di una ragazza ventenne, così come ci appare dalle foto di cui siamo a conoscenza.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Calcio, giornalista molestata in diretta tv dopo Empoli-Fiorentina

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi