In quella miniera la fossa comune dei profughi giustiziati da Tito