Trieste, torna la festa della letteratura e della poesia

Il poeta messicano Mayco Osiris Ruiz: ha partecipato anche lui al Concorso di poesia e teatro Castello di Duino

Nelle diverse sezioni sono arrivati 2000 testi da cinquanta Paesi, premiati gli argentini

TRIESTE Festeggia la sua 15esima edizione il Concorso internazionale di poesia e teatro Castello di Duino, la più importante competizione letteraria internazionale per giovani autori organizzata in Italia. Nelle diverse sezioni quest’anno sono arrivate 2000 poesie da una cinquantina di Paesi e quasi un centinaio di progetti scolastici. Ai giovani poeti è stato chiesto d’ispirarsi al tema “I have a dream”. Una cinquantina tra i giovani autori che quest’anno hanno inviato versi e pièce teatrali da ogni angolo del globo arriveranno a Trieste per partecipare, dal 20 al 31 marzo, alla Festa della letteratura e della poesia.

Grande successo quest’anno per i poeti argentini: il primo premio è andato infatti al poeta Lucas Martin Ballar, con “Sogno con la parola giusta”, seguito dalla poetessa greca Angela Lala, con “Il mio unico sogno”. Ex aequo per il terzo premio, che va a un’altra argentina, Jesica Daniela Campos con “La subordinata dell’arte”, e alla russa Polina Nikolaievna Antuhina, con “Il pesce”. Segnalata invece con il premio speciale della giuria la poesia “Nei sogni guardo pascolare i cavalli”, del messicano Mayco Osiris Ruiz. Va alla Svizzera la Targa Centro Unesco di Trieste, vinta da Andrin Albrecht con “Sognare il XXI secolo”, mentre la Targa Alut vola in Nigeria, al poeta John Cephas con “Minestra di un cretino”. Va invece a un’autrice italiana la Targa dedicata a Sergio Penco destinata ai poeti under 16: quest’anno se la aggiudica Beatrice Uccello, con “Leyman”. Primo premio alla Svizzera e resto del podio italiano per la sezione teatrale del Concorso: sul primo gradino del podio (coppa, lettura scenica e pubblicazione) per Ariana Emminghaus, con “Malformazioni”, secondo premio ex aequo al livornese Matteo Taccola, con “Per un paio di scarpe” e a Francesca Venturelli (Giussago, Brescia), con “Il sogno di esistere”, terzo premio per Michael Crisantemi (Terni), con “Il sogno di Masaniello”.

Zuppetta di sedano rapa, mela verde, quinoa, mandorle e cavolo nero

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi