“A Night for Lelio”: in piazza Verdi esplode lo swing di Luttazzi

Lorenzo Hellenger

Al pianoforte il suo «erede» Lorenzo Hellenger. «Grazie a lui so usare il jazz nelle canzoni»

TRIESTE Come di consueto, anche quest’anno la 12esima edizione del TriesteLovesJazz regalerà al pubblico - stasera alle 21, in piazza Verdi a ingresso libero - il concerto in ricordo di Lelio Luttazzi. «Questa serata dedicata al maestro – ha spiegato Gabriele Centis, coordinatore del TriesteLovesJazz – è diventata ormai una tradizione. Nasce nel 2009 quando Lelio, il 15 agosto, ha suonato in piazza Unità».

«È stato un concerto epocale», ha aggiunto Rossana Luttazzi, presidente della Fondazione Lelio Luttazzi e moglie del maestro. «Lelio era una persona eccezionale – ha proseguito Centis – non solo dal punto di vista umano, ma anche da quello musicale. È stato un piacere lavorare con lui».

Oggi, quindi, sarà la volta di un quartetto formato da Lorenzo Hellenger al pianoforte, Massimo Moriconi al basso (per oltre vent’anni è stato il bassista di Luttazzi), Gianluca Nanni alla batteria e Nico Gori al clarinetto. La scelta di Lorenzo Hellenger non è stata casuale, oltre ad aver conosciuto Luttazzi, «Hellenger è l’erede del suo spirito – ha spiegato Centis – : è un ottimo pianista, cantante, ma soprattutto un autore di musiche che si ispirano molto al mondo di Luttazzi, rivolte al jazz, allo swing, con un testo ironico».

Il repertorio della serata si concentrerà sui brani di Lelio e su alcuni brani di Hellenger, ispirati sempre al mondo di Luttazzi. Come ricorda spesso Hellenger, «amare Lelio Luttazzi significa per me amare il pianoforte, l’ironia, lo swing come ritmo della vita. Da lui ho imparato ad usare il jazz nelle canzoni. Amare Luttazzi significa amare Svevo, Saba e quell’elegante distanza triestina che Lelio aveva negli occhi: manteneva sempre in modo sincero un basso profilo nel parlare dei suoi talenti e lo accompagnava sempre una sana malinconia anche quando suonava i brani più esplosivi del suo canzoniere».

L’assessore Michele Lobianco ha portato i saluti del Comune di Trieste sottolineando l’importanza di questa serata e del lavoro del maestro: «Bisogna ricordarsi chi e cosa ha creato». Ed è questa la missione della Fondazione: portare avanti il ricordo e l’attività di Luttazzi attraverso eventi e il Premio. «È un grande lavoro, - ha concluso Rossana Luttazzi - ci vuole impegno: è l’unica cosa che mi dà la forza per andare avanti».

“A night for Lelio- Omaggio a Lelio Luttazzi” alle 21 in piazza Verdi. Ingresso libero.


 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi