Per Luttazzi una serata di note

Martedì 25 in piazza Unità concerto per ricordare il maestro

È stata presentata ieri mattina, alla Biblioteca Stelio Crise di Trieste, la serata dedicata a Lelio Luttazzi, nell'ambito di TriesteLovesJazz. Un appuntamento ormai annuale, a partire dall'ultimo concerto di Luttazzi in Piazza Unità nel 2009. «Abbiamo da sempre amato Lelio, il suo stile, la sua creatività, il suo swing – ha detto Gabriele Centis coordinatore del TriesteLovesJazz – . Credo che sia importante che la musica sia una visione di futuro, con un'attenzione verso i giovani».

Con la seconda edizione del Premio Luttazzi, conclusasi al Blue Note di Milano lo scorso giugno, si è voluto dar spazio ai giovani talenti. I sei finalisti si sono esibiti alternandosi a nomi importanti quali Pippo Baudo, Amara, Rita Marcotulli, Arisa, Simona Molinari. Il Premio promosso dalla Fondazione Luttazzi e prodotto dall'Isola degli Artisti «grazie alla Rai, andrà in onda l'11 agosto in prima serata su Rai 1» ha spiegato Rossana Luttazzi, presidente della Fondazione.

I due vincitori Manuel Magrini, categoria pianisti jazz, e Carmen Ferreri, categoria cantautori, apriranno la serata del 25 luglio in Piazza Verdi, alle 21, ricordando Luttazzi con due suoi pezzi “Mi piace” e “Eccezionalmente sì”. La seconda parte vedrà in scena la rivelazione del jazz italiano Letizia Gambi in 3D feat Elisabetta Serio al pianoforte e la triestina Giovanna Famulari al violoncello.

«Questa iniziativa – ha ricordato Paolo Santangelo, segretario generale della CRTrieste, tra i sostenitori del Premio Luttazzi – ha assunto negli anni un valore assoluto. Siamo curiosi di vedere le giovani eccellenze italiane».

È stato inoltre presentato Studio Luttazzi, nella versione ampliata, che da agosto verrà aperto al pubblico.

Nadia Pastorcich

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi