Per Luttazzi una serata di note

Martedì 25 in piazza Unità concerto per ricordare il maestro

È stata presentata ieri mattina, alla Biblioteca Stelio Crise di Trieste, la serata dedicata a Lelio Luttazzi, nell'ambito di TriesteLovesJazz. Un appuntamento ormai annuale, a partire dall'ultimo concerto di Luttazzi in Piazza Unità nel 2009. «Abbiamo da sempre amato Lelio, il suo stile, la sua creatività, il suo swing – ha detto Gabriele Centis coordinatore del TriesteLovesJazz – . Credo che sia importante che la musica sia una visione di futuro, con un'attenzione verso i giovani».

Con la seconda edizione del Premio Luttazzi, conclusasi al Blue Note di Milano lo scorso giugno, si è voluto dar spazio ai giovani talenti. I sei finalisti si sono esibiti alternandosi a nomi importanti quali Pippo Baudo, Amara, Rita Marcotulli, Arisa, Simona Molinari. Il Premio promosso dalla Fondazione Luttazzi e prodotto dall'Isola degli Artisti «grazie alla Rai, andrà in onda l'11 agosto in prima serata su Rai 1» ha spiegato Rossana Luttazzi, presidente della Fondazione.

I due vincitori Manuel Magrini, categoria pianisti jazz, e Carmen Ferreri, categoria cantautori, apriranno la serata del 25 luglio in Piazza Verdi, alle 21, ricordando Luttazzi con due suoi pezzi “Mi piace” e “Eccezionalmente sì”. La seconda parte vedrà in scena la rivelazione del jazz italiano Letizia Gambi in 3D feat Elisabetta Serio al pianoforte e la triestina Giovanna Famulari al violoncello.

«Questa iniziativa – ha ricordato Paolo Santangelo, segretario generale della CRTrieste, tra i sostenitori del Premio Luttazzi – ha assunto negli anni un valore assoluto. Siamo curiosi di vedere le giovani eccellenze italiane».

È stato inoltre presentato Studio Luttazzi, nella versione ampliata, che da agosto verrà aperto al pubblico.

Nadia Pastorcich

Video del giorno

A Trieste la proposta di matrimonio di Salvatore alla sua Carla nel linguaggio dei segni

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi