Marzo sotto i raggi del Sole: arriva “Helios”

Il Sole ripreso dal telescopio spaziale americano Solar Dynamics Observatory, dal 2010 in orbita geostazionaria attorno alla Terra.

Trieste omaggia la sua stella in una rassegna promossa dagli enti scientifici cittadini. Laboratori, conferenze, film e osservazioni al telescopio tutti a ingresso gratuito

TRIESTE Un mese intero all’insegna del Sole. Scienza e letteratura, osservazioni astronomiche e laboratori, musica e cinema. È quanto promette il denso programma di iniziative che a Trieste in marzo - sotto il titolo “Helios” - vedranno protagonista la stella cui dobbiamo luce ed energia e da cui dipende la vita quaggiù sulla Terra. Il tutto ruota attorno all’equinozio di primavera, ovvero quel “punto gamma” nel cielo che il Sole raggiungerà il 20 marzo (alle 11.29) segnando l’inizio astronomico della primavera.

Il progetto è finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia con il contributo del Comune di Trieste ed è organizzato da Inaf-Osservatorio astronomico di Trieste, Sincrotrone Elettra, Immaginario Scientifico, Scuola 55 - Casa della Musica, Università di Trieste, con Il Piccolo nella veste di media partner.

“Helios” è dunque partito venerdì 3 marzo con una conferenza sulle tempeste solari (e i loro effetti sul nostro pianeta) che Mauro Messerotti dell’Osservatorio astronomico ha tenuto nella Sala Giubileo-Filoxenia, primo di una serie di incontri divulgativi che nei successivi venerdì di marzo vedranno alternarsi a Palazzo Gopcevich Claudio Masciovecchio di Elettra, Enrico Cappellaro dell’Osservatorio di Padova, Leonida Gizzi dell’Istituto nazionale di ottica del Cnr di Pisa e Tommaso Ramella del Dipartimento di studi umanistici dell’Università di Trieste, con un intrigante parallelo con le Metamorfosi di Ovidio.

Numerosi appuntamenti per le scuole e per il pubblico consentiranno di osservare il Sole al telescopio nella rinnovata Specola Margherita Hack di Basovizza, mentre verranno organizzate visite guidate all’“anello di luce” di Elettra.

Domenica 25 marzo è in calendario all’Immaginario Scientifico un’“Officina solare”, ovvero un laboratorio di “tinkering” per le famiglie che consentirà di assemblare motorini elettrici, eliche, lampadine, pannelli fotovoltaici, tutti basati sull’energia solare. Per gli studenti è stato allestito un programma di laboratori tra arte e scienza a cura di Mini Mu-Museo dei bambini.

Infine, il cinema e il concerto. La mediateca della Cappella Underground presenterà martedì 21 il film “Sunshine” (2007), diretto da Danny Boyle: storia di una missione spaziale impegnata nella disperata impresa di evitare che il Sole “si spenga”. Gran finale di “Helios” il 1° aprile al Teatro Miela con l’opera multimediale “Heliossea” di Alessandro Grego: musiche, luci e proiezioni avvolgeranno lo spettatore, accompagnandolo dai primi bagliori dell’aurora alla calda luce del Sole del mattino.

Tutte le iniziative sono a ingresso gratuito. Informazioni e prenotazioni all’Immaginario Scientifico: 040224424, info@immaginarioscientifico.it.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi