Trieste, al via la campagna di prevenzione anti-alcol

Un giovane “addormentato” dal troppo alcol

Un intero mese (aprile) ricco di iniziative tra cui il concorso fotografico dal titolo "L'ombra" (qui il regolamento). Iniziativa dell'Azienda sanitaria in collaborazione con il Comune

TRIESTE Con il sostegno, l’impegno, la cultura e attraverso percorsi terapeutici mirati. Uscire dalle dipendenze dell’alcool sembra una missione possibile, una battaglia socio-sanitaria i cui temi principali verranno racchiusi nell’arco di aprile, mese consacrato da 15 anni alla prevenzione alcologica e che a Trieste si nutre delle iniziative ideate dalla Struttura complessa dipendenza da sostanze legali del Dipartimento delle dipendenze Aas1 Triestina, in collaborazione con il Comune di Trieste e altre sigle della provincia.

Tra i progetti di quest’anno, in primo piano un concorso fotografico dal titolo “L’ombra” (qui il regolamento), manifestazione aperta a tutti (fotografi professionisti e non) gratuita, e senza limiti anagrafici. Emblematica la denominazione, “L’ombra”, il concetto da descrivere e divulgare attraverso scatti, giochi di luce e soprattutto riflessioni, provando a immortalare i chiaroscuri di un’esistenza intrisa nell’alcool e alla ricerca di un’identità perduta. I moduli per partecipare al concorso sono scaricabili anche dai siti www.retecivica.trieste.it, www.telefonospeciale.itewww.ass1.sanita.fvg.it.

Le opere (inedite, a colori e in bianco e nero, di un formato non superiore a 30X45 centimetri) dovranno essere al massimo tre per ogni concorrente e pervenire entro le 12 del 30 marzo, inviate a mezzo posta o recapitate a mano all’indirizzo: Azienda per l’assistenza Sanitaria n.1 Triestina-Dipartimento delle dipendenze, via Sai 5, 34128 Trieste. Le opere selezionate all’interno del concorso saranno ospitate in una mostra alla sala Fittke di piazza Piccola 2, con vernice martedì 19 aprile alle 17 e cerimonia di premiazione sabato 23 aprile, alle 17.

La 15esima campagna di prevenzione dall’alcool si tinge di altri appuntamenti, tutti disegnati nel solco di una divulgazione anche di ordine pratico, indirizzata specialmente ai giovani, sensibili quanto vittime dell’euforia regalata dalla bottiglia. In tale ottica si può anche ricorrere a brindisi analcolici, una risorsa che caratterizza la tappa del 14 aprile a Porto San Rocco, dalle 10, teatro della IX edizione della Gara di cocktail analcolici a cura della Scuola alberghiera dello Ial di Trieste.

Qualcuno nel frattempo è riuscito a esorcizzare l’alcol e lo racconterà all’interno della Festa di primavera nella giornata del 16 aprile, alla sala “Don Sturzo” di via Don Sturzo 4 (alle 17), con la cerimonia di consegna dei diplomi di astinenza a cura dell’Astra.

Il calendario di aprile regala altri momenti all’insegna dell’opzione analcolica: il 19, giornata preposta alla promozione urbana da parte della Fipe e dell’Ass1 Triestina, e il 23 (ore 10-12 e 15-19) e 24 (dalle 10 alle 19) alle Torri d’Europa, con il banchetto targato Hyperion.

C’è dell’altro da conoscere sul tema, anche in fatto di sicurezza alla guida, tema dipanato con gli appuntamenti del 22 e 23 in via delle Torri (dalle 10 alle 18) e il 20 con l’Ania Campus, in piazzale Straulino (9-18). Lo sport non resta ai margini e regala la partita di calcio del 28 aprile a Borgo San Sergio, con inizio alle 16.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi