In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il cibo, i viaggi, le tele di Caffi: anche Miramare saluta l’Expo

A partire dal 18 ottobre conferenze, visite guidate e attività didattiche per i più piccoli con approfondimenti sulle novità editoriali dedicate alla natura e al Carso

1 minuto di lettura
Miramare con, sullo sfondo, le vele della Barcolana (ansa)

TRIESTE Dieci conferenze, otto visite guidate e cinque attività didattiche. Per celebrare i 60 anni della riapertura del castello di Miramare, il Polo museale del Friuli Venezia Giulia ha organizzato per ottobre, novembre e dicembre una serie di eventi e iniziative culturali. «La rassegna – rileva il direttore del Polo, Luca Caburlotto – rappresenta l’occasione di ricordare come i beni dello Stato, tra cui il castello di Miramare, siano una casa comune di tutti e non a caso si decise di inaugurarlo simbolicamente proprio il 2 giugno 1955: la Repubblica si identifica anche con la propria cultura che non è solo un piacere, ma un servizio fondamentale per la società».

I martedì di ottobre sono in programma quattro incontri su “Expo e dintorni”: tre conferenze su temi legati alla tradizione e alla cultura del cibo e un intervento di Luca Gherghetta dedicato all’assassinio dell’arciduca Francesco Ferdinando per ricordare lo scoppio della Prima guerra mondiale (il 27 ottobre). Novembre sarà dedicato alla figura del pittore protagonista della mostra curata da Annalisa Scarpa “Ippolito Caffi. Dipinti di viaggio tra l’Italia e l’Oriente”: martedì 10 Stefania Comingio tratterà “L'arrivo di Carlotta e Massimiliano a Venezia: analisi di un’opera”, il successivo Scarpa si occuperà di Ippolito Caffi. Il ritratto di un artista” e infine il 24 Francesca Grippi si soffermerà su “Arte e potere. Massimiliano d’Asburgo governatore del Lombardo Veneto ai tempi di Caffi”.

Tre appuntamenti di dicembre saranno riservati alla presentazione di altrettante novità editoriali legate al territorio (l’1 “Le Terme di Venezia” di Nelli-Elena Vanzan Marchini, il 15 “II mare di pietra. La riscoperta del Carso in un progetto europeo” di Mirta Cok, e il 22 “Tra le pietre di Gropada. Il patrimonio immateriale attraverso un “parco” mitologico” a cura dell’architetto Monika Milic). A completamento dell’offerta, visite guidate alla mostra e attività didattiche destinate ai più piccoli: proprio oggi, alle 16, si terrà una visita tematica alla mostra di Caffi.

Martedì alle 16.30, nella sala dei Gabbiani invece, avrà luogo la conferenza “Dividere, condividere, moltiplicare: il cibo sacro nelle raffigurazioni artistiche” a cura di Luca Caburlotto. «Mi soffermerò - anticipa Caburlotto - su una carrellata di dipinti che trattano del cibo come tema biblico, in particolare nelle raffigurazioni dell’Ultima cena, anche con iconografie rare e ricche di particolari curiosi». Intensa l’attività didattica per i bambini tra i 6 e i 10 anni: domenica 25 ottobre alle 15 ecco la visita “Una valigia piena di forme e colori. I dipinti di viaggio di Ippolito Caffi”. Info su www.castello-miramare.it, www.castellomiramare.org.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori