“Genitori”, il docu-film di Fasulo in anteprima nazionale

Oggi a Cinemazero di Pordenone, sabato ai Fabbri di Trieste la nuova opera del regista di “Tir”

PORDENONE. In anteprima nazionale stasera al Cinemazero di Pordenone e a ruota al Visionario di Udine e sabato al Cinema dei Fabbri di Trieste “Genitori”, il nuovo docufilm del pordenonese Alberto Fasulo (regista del lungometraggio “Rumore bianco” nel 2008 e vincitore nel 2013 del Premio Marc’Aurelio al Festival di Roma con “Tir”), di ritorno dalla partecipazione al 68° Festival del Film di Locarno. Prodotto dalla casa cinematografica Nefertiti Film di San Vito al Tagliamento con Rai Cinema, e realizzato con il sostegno e il contributo del Fondo per l’Audiovisivo del Fvg, della Friuli Venezia Giulia Film Commission, del Rotary International–Distretto 2060 Fvg-Veneto-Trentino Alto Adige, “Genitori” verrà distribuito nelle sale dall’Istituto Luce (coinvolgendo associazioni, istituzioni e scuole) e ha potuto contare per la sua realizzazione sull’ingresso nel settore della produzione audiovisiva regionale di un’azienda privata, Banca Popolare FriulAdria Crédit Agricole, che ha scelto di investire sulla produzione del film entrando in associazione d’impresa con Nefertiti con una partecipazione di fondi al 49%, costituendo di fatto un precedente unico nella storia regionale. Friuladria, pioniera nell'esperimento cinematografico, ha investito nel biennio 2014-15 su ben 17 altre pellicole e sta opzionando il finanziamento di altre 2 per il 2016. Particolare anche la scelta della distribuzione, che prevede una tenitura di un giorno alla settimana per tutto l’autunno nelle sale di Cinemazero e Cinema dei Fabbri ogni lunedì, Cinema Visionario (Udine) e Auditorium San Vito al Tagliamento ogni giovedì. (Francesca Pessotto)

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi