In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

ROMA. Dopo la sosta forzata a maggio per l'infortunio al collo occorso a Stjepan Hauser, i 2Cellos sono ripartiti da Francoforte con il loro tour mondiale. In Italia saranno il 29 luglio a Torino al GruVillage Festival, il 30 luglio al Ferrara Sotto Le Stelle, il 31 a Roma all'Auditorium Parco della Musica per Luglio Suona Bene, l’1 agosto a Molfetta alla Banchina di San Domenico per Suoni e Luci a Levante e il 2 agosto al No Borders Music Festival di Tarvisio.

I 2Cellos, dopo le tappe in Germania saranno mercoledì “special guest” del concerto di Robbie Williams a Belgrado, due giorni dopo terranno il proprio concerto nella stessa città, poi voleranno in Asia per 17 concerti nelle principali hall in Giappone, Corea del Sud, Hong Kong e Singapore, in buona parte già sold out, infine torneranno in Europa a metà luglio e finalmente di nuovo Italia, dopo il successo riscosso dal vivo nel dicembre scorso.

In attesa di riprendere il tour mondiale, nei giorni scorsi i 2Cellos si sono concessi anche qualche curiosa distrazione: una settimana fa hanno suonato l'inno nazionale durante la finale di Beach Volley in Croazia, ma da un elicottero guidato nientemeno che da Felix Baumgartner. Soprattutto, pochi giorni fa, i 2Cellos Luka Sulic e Stjepan Hauser sono tornati per due sere alle loro radici classiche, per due concerti da record a Zagabria, dove in un trionfo di pubblico che gremiva la Lisinski Concert Hall si sono cimentati con due impegnativi Concerti per violino di Vivaldi e Bach, che nessuno aveva finora eseguito al violoncello.

Tanti grandissimi artisti a più riprese hanno speso parole ammirate per i 2Cellos. Elton John li ha definiti “la cosa più emozionante vista dal vivo dai tempi del concerto londinese di Jimi Hendrix al Marquee Club negli anni Sessanta”. Dello stesso avviso anche Zucchero Fornaciari, che colpito dal talento ha realizzato con loro “Il Libro dell’amore – The Book of Love” dei Magnetic Fields.

I commenti dei lettori