Tesi shock di Zemmour: «Gli immigrati vogliono fottere la Francia»

ROMA. Provocatorio, disturbante e politicamente scorretto, si scaglia contro la devirilizzazione dell'uomo europeo e il suicidio della società occidentale. Dopo la strage a Charlie Hebdo, il...

ROMA. Provocatorio, disturbante e politicamente scorretto, si scaglia contro la devirilizzazione dell'uomo europeo e il suicidio della società occidentale. Dopo la strage a Charlie Hebdo, il giornalista francese Éric Zemmour è stato messo sotto massima protezione per aver ricevuto gravi minacce di morte. Da mesi in vetta alle classifiche francesi e al centro di un infuocato dibattito culturale e politico per le sue posizioni aliene al politicamente corretto, Zemmour pubblica per Edizioni Piemme “Sii sottomesso. La virilità perduta che ci consegna all'Islam”, in libreria dal 20 gennaio, un pamphlet shock in cui esprime argutamente le sue idee scomode e per molti versi scandalose, quelle stesse idee che hanno catturato l'attenzione di centinaia di migliaia di lettori nel suo paese e gli sono costate serissime minacce all'incolumità, così come è accaduto a Michel Houellebecq. «Negli anni ’70, ai tempi della crisi petrolifera - questa la sua tesi - le autorità francesi dovettero scegliere tra il rinvio nel paese d'origine di tutti coloro dei quali le fabbriche non avevano più bisogno e l'accoglienza degli stessi, imminenti disoccupati. Abbiamo scelto la soluzione “umanitaria”. La nostra società femminile non poteva sopportare la crudeltà di uno strappo. Abbiamo rifiutato la soluzione da uomini, quella che respinge chiunque venga percepito, anche inconsciamente, come rivale nella competizione per la conquista della donna. Questa parola, integrazione, è diventata magia, religione, esorcismo. Ha rimpiazzato il modello dell'assimilazione. Rinunciare ad assimilare gli immigrati e i loro figli vuol dire rinunciare a imporre loro - virilmente - la nostra cultura. Di fronte a quest'ultima prova di debolezza, i figli di quegli immigrati preferiranno riavvicinarsi alla legge del padre, trasfigurato, idealizzato, e vendicarlo. In base a questo, trasgrediranno disinvoltamente la legge, odiata matrigna. In questa società di “ragazze”, loro saranno uomini. Vogliono “fottersi la Francia”. Uno scontro che, con ogni probabilità, abbiamo già perso».

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi