Il 2021 di Pinterest a livello mondiale e in Italia

Il 2021 di Pinterest a livello mondiale e in Italia
2 minuti di lettura

All’inizio di febbraio, Pinterest ha pubblicato i risultati relativi al quarto trimestre 2021. Pinterest riporta un fatturato del quarto trimestre di 847 milioni di dollari, in aumento del 20% su base annua. L'Ebitda rettificato è stato di 351 milioni di dollari per il quarto trimestre, e l'utile netto è stato di 175 milioni di dollari per il quarto trimestre.

"Abbiamo compiuto passi importanti nel 2021 con il lancio della nostra tecnologia fondamentale per fornire una piattaforma di pubblicazione incentrata sui video. E sono orgoglioso di dire che per la prima volta abbiamo superato i 2 miliardi di dollari di ricavi per l'anno, crescendo del 52% rispetto all'anno precedente, e abbiamo raggiunto il nostro primo anno intero di redditività Gaap", ha affermato Ben Silbermann, Ceo e co -fondatore, Pinterest. "Mentre guardiamo al 2022, prevediamo di investire ulteriormente nella nostra attività mentre ridimensioniamo la distribuzione di Pin idea attraverso i nostri sforzi per i contenuti guidati dai creatori e miglioriamo la nostra esperienza principale di Pinner e lo shopping per rendere Pinterest la destinazione per l'ispirazione e l'azione sul Internet".

Questo nonostante il 2021 si sia chiuso con 431 milioni di utenti mensili globali, in calo del 6.1% su base annua, e il calo sia ancora maggiore rispetto al picco massimo, nel primo trimestre del 2021, a 478 milioni di utenti mensili. Gli utenti statunitensi passano dai 98 milioni di fine 2020 agli attuali 86 milioni. In calo del 12%. E quelli nel resto del mondo calano del 4% passando da 361 a 346 milioni.

Se questa è la, negativa, tendenza generale, così non è invece per quanto riguarda specificatamente l’Italia. Audiweb verso la fine della scorsa settimana ha diffuso i dati relativi alla total digital audience a dicembre 2021. Rispetto al 2020 la fruizione di internet nel giorno medio ha registrato un incremento dell’8.2%, con un uso nel quotidiano ancora in crescita tramite mobile che raggiunge il 77.5% della popolazione tra i 18 e i 74 anni (+12.8%) e di quasi il 90% nel mese medio.

Se questa, in estrema sintesi, è la fotografia dell’utilizzo della Rete nel nostro Paese, i dati dell’istituto di rilevazione relativi alla fruizione di Pinterest in Italia sono in assoluta controtendenza rispetto al trend a livello globale. Infatti, a dicembre 2021 gli utenti di Pinterest nel giorno medio erano 4.222.445 rispetto ai 3.668.963 di inizio anno. In crescita del 15.1%. E gli utenti mensili sono passati dai 21.243.225 di gennaio ai 21.758.667 di dicembre, pari ad una crescita del 2.4%.

Dati che non solo mostrano come, appunto, in Italia l’audience di Pinterest cresca, ma anche che se ne intensifica l’utilizzo, come mostra l’incremento degli utenti nel giorno medio. Insomma, nel nostro Paese Pinterest è di assoluta rilevanza, anche se viene trascurato nella maggior parte delle strategie di presenza sulle diverse piattaforme social di aziende, enti e organizzazioni. Un successo costruito anche grazie all'assenza di contenuti d'odio e "fake news" che invece, come sappiamo, sono una parte, relativamente minima ma non per questo meno pericolosa, dei contenuti che circolano sugli altri social.

Se ne parla poco proprio perché su Pinterest praticamente non ci sono risse, odio o fake news. E quindi non ci sono polemiche che scatenano dibattiti. Eppure è lui il vero social delle immagini. «Un motore di ricerca visiva» come si definisce. Pinterest non è amato solo da designer, architetti, pittori, fotografi e artisti di ogni tipo, ma anche da molte aziende che ne apprezzano l'atmosfera diversa rispetto a Twitter o Facebook, come ricorda giustamente il social media editor di Avvenire. Se, come molto probabilmente è, non avete ancora incluso Pinterest tra i social sui quali essere presenti è assolutamente venuta l'ora di farlo, anche in funzione della crescente spinta sul "social commerce" da parte della piattaforma.