Chat

WhatsApp in incognito: così potremo nascondere a tutti quando siamo online

WhatsApp in incognito: così potremo nascondere a tutti quando siamo online
La nuova funzione permetterà di non essere visibili anche mentre stiamo scrivendo un messaggio, inviando una foto, registrando un vocale. Tutelando di più la nostra privacy e rendendo la vita più difficile agli stalker
1 minuti di lettura

Su WhatsApp è in arrivo un’altra funzione forse non molto richiesta (come la possibilità di modificare i messaggi dopo l’invio o di avere un unico account su due smartphone diversi), ma che più di altre è destinata a cambiare il nostro rapporto con la popolare app di messaggistica.

Secondo uno screenshot pubblicato da Wabetainfo, gli sviluppatori stanno lavorando a una sorta di modalità Incognito, simile a quella che permette di usare i browser per navigare online senza lasciare tracce: da quel che si capisce, potremo non solo nascondere data e ora del nostro ultimo accesso (cosa che già si può fare) ma pure non farci vedere nel momento esatto in cui siamo online e stiamo scrivendo a qualcuno.

Come funziona WhatsApp in incognito

Come si vede dall’immagine, la sezione Chi può vedere le mie informazioni personali (schermata Privacy delle Impostazioni), oltre a comprendere l’attuale voce Ultimo accesso, ne avrà pure un’altra dedicata a Chi può vedere quando sono online: potremo selezionare se questa informazione sarà visibile a tutti, oppure se legarla a quanto deciso per l’ultimo accesso.

Scegliendo l’impostazione più restrittiva (Nessuno), significa nella pratica che anche mentre saremo connessi a WhatsApp per scrivere un messaggio, mandare una foto o registrare un vocale, nessuno potrà vedere che siamo online.

A che serve questa cosa? Tendenzialmente, a essere lasciati in pace mentre stiamo chattando con qualcuno e non vogliamo essere contattati da altri. Ma anche, più seriamente, a proteggere maggiormente la nostra privacy e a rendere più complicata la vita a stalker e molestatori.

Quando arriverà WhatsApp in incognito

Lo screenshot è tratto da una versione beta di WhatsApp per iOS, ma da Wabetainfo hanno spiegato che la funzione dovrebbe essere disponibile anche per Android (e per la versione desktop dell’app). I tempi e la disponibilità non sono ancora chiari: al momento, l'opzione non è attivabile né su iOS su Android, neppure in beta, ma non dovrebbe mancare molto prima che lo sia.