Social

E' ufficiale l'etichetta che identifica gli account bot di Twitter

E' ufficiale l'etichetta che identifica gli account bot di Twitter
Lo scopo è distinguere i bot buoni da quelli cattivi che infestano il social network inquinando il dibattito, e diffondendo spam, fake news, propaganda e disinformazione
1 minuti di lettura

Lanciata in modo sperimentale lo scorso autunno, l'etichetta che identifica gli account bot su Twitter è stata adottata ufficialmente a livello globale. In questo modo, il social network intende perseguire l'obiettivo di una maggiore trasparenza a vantaggio degli utenti. L'etichetta è stata introdotta per permettere ai follower di seguire account, la cui attività è riconoscibile e legittimata, anche se gestiti da software che postano tweet e contenuti sulla piattaforma creata da Jack Dorsey in maniera automatica.

Si pensa così di distinguere i bot "buoni" da quelli "cattivi" che infestano Twitter per gonfiare la popolarità degli influencer e dei vip, inquinare una discussione, manipolare, diffondere spam, fake news, propaganda e disinformazione. Come nel caso dei bot utilizzati dalla Russia per interferire e condizionare l'esito delle elezioni presidenziali Usa del 2016.

Per contrastare questo fenomeno che ha creato non pochi problemi all'azienda diretta da Parag Agrawal, verrà consentito agli sviluppatori di aggiungere l'etichetta in grado di identificare un account automatizzato attraverso Api Twitter. Agli utenti sarà possibile visualizzare l'informazione che individua il bot esplicitamente accanto all'iconcina di un robot. Sarà evidenziato inoltre anche il nome dello sviluppatore e dettagliato lo scopo del bot nel profilo.

Le nuove funzionalità sono state testate a settembre su 500 account Twitter. A essere coinvolti sono stati bot come @earthquakesSF, @vax_progress, @last100bills, @AltTxtReminder, @met_drawings e @EmojiMashupBot che forniscono informazioni e aggiornamenti su terremoti, vaccinazioni, leggi varate, temi artistici o di mero intrattenimento e divertimento.

Gli account con applicata la nuova etichetta non saranno sottoposti a controlli speciali, spiega Celeste Carswell, Communications Manager di Twitter, ma saranno soggetti alle regole generali previste dalla piattaforma e alle norme specifiche in materia. Sarà sempre possibile per gli utenti segnalare eventuali violazioni e infrazioni ad opera dei bot.