Tech Test

OnePlus Buds Pro, la prova delle cuffie a cancellazione di rumore

Il produttore cinese svela una nuova versione delle sue cuffie true wireless con ANC per fare concorrenza alle AirPods Pro di Apple. Le abbiamo provate in anteprima
4 minuti di lettura

Nel mercato affollatissimo degli auricolari true wireless, distinguersi dalla concorrenza è diventato sempre più difficile. OnePlus ci prova con le nuove Buds Pro, cuffie in-ear a cancellazione di rumore che uniscono un design nuovo (e meno ispirato alle AirPods di Apple) a caratteristiche premium come la cancellazione attiva del rumore e il Dolby Atmos, che funziona però solo con gli smartphone OnePlus dal modello 7 in poi.

Le abbiamo provate in anteprima e possiamo senz’altro promuoverle: sono un prodotto onesto, che rispetta le promesse e unisce una buona qualità audio a una cancellazione attiva del rumore che funziona a dovere, ma senza sorprendere. L’unico elemento che non ci ha convinto è il prezzo: non perché non valgano 149 euro, data la dotazione tecnica, ma perché sul mercato si trovano concorrenti che giocano alla pari, sia per specifiche sia per qualità dell’audio, ma costano fino a 50 euro di meno.

OnePlus Buds Pro, tutto quel che c’è da sapere
Ecco in breve tutte le caratteristiche salienti dei nuovi auricolari di OnePlus che ha senso tenere a mente nel confronto con altri prodotti analoghi:

  • Cancellazione attiva del rumore (ANC)
  • Driver dinamici da 11mm
  • 4,35 grammi di peso per auricolare
  • Bluetooth 5.2
  • Durata della batteria: 5 ore con ANC, 7 ore senza (rispettivamente 23 ore e 31 ore includendo la custodia)
  • Ricarica rapida: 10 minuti (tramite USB-C) per 10 ore di riproduzione musicale
  • Ricarica wireless sulla custodia
  • Protezione da sudore e polvere IP55
  • Sensore di presenza per avviare o fermare la musica quando si indossano o rimuovono le cuffie
  • Fast pairing con dispositivi OnePlus
  • Riduzione del rumore nelle chiamate grazie all’IA

OnePlus Buds Pro: come vanno
Abbiamo provato le Buds Pro sia con un iPhone sia con uno smartphone OnePlus e ci è subito parso chiaro che l’esperienza generale è superiore nel secondo caso. In particolare per la velocità con cui le Buds Pro si connettono al dispositivo, per la possibilità di attivare la modalità Dolby Atmos e poi per la bassa latenza, utile soprattutto se si indossano gli auricolari mentre si gioca.

Per il resto la qualità audio è buona indipendentemente dallo smartphone: i bassi sono presenti e abbastanza caldi, gli alti non eccessivamente cristallini. Buona la resa con generi molto diversi, dal rock all’ambient, come del resto è lecito aspettarsi da cuffie che aspirano a essere versatili e adatte a tutti.

Abbiamo provato anche la qualità di chiamata, che a detta degli interlocutori è molto buona. La presenza di un algoritmo che distingue la nostra voce dal sottofondo durante le telefonate si fa sentire: è capace di ridurre efficacemente anche il rumore del vento. Molto buona anche la cancellazione attiva del rumore. Abbiamo provato le Buds Pro in aereo e l’effetto è ottimo: il rumore dei motori sparisce e anche i suoni della cabina vengono smorzati in maniera efficace. OnePlus ha implementato su questi auricolari una funzionalità adattiva per la cancellazione del rumore che dovrebbe regolare l’intensità dell’attenuazione sulla base dei rumori esterni. Non siamo riusciti a notare particolari differenze, però, e in generale qui preferiamo avere il controllo diretto sul livello di cancellazione del rumore anziché lasciar decidere al software.

Le funzioni delle OnePlus Buds Pro si possono regolare dall’app HeyMelody, disponibile sia per Android sia per iOS: è ben fatta, intuitiva e semplice da usare, anche se è un’app generica che funziona anche con le cuffie di Oppo. Da OnePlus ci saremmo aspettati almeno un’app dedicata, più in linea con il design e lo stile del brand. Oltre ai controlli delle cuffie, dall’app si può accedere alla modalità Zen Mode Air, evoluzione dello Zen Mode di Oxygen OS: si tratta di una serie di rumori bianchi che si possono riprodurre a piacere per favorire la concentrazione o il rilassamento, da usare per studiare, lavorare oppure per addormentarsi.

Infine, l’app include altre due funzioni molto utili: il Fit Test, per verificare che le cuffie siano posizionate correttamente nell’orecchio e che si stiano usando i gommini della giusta dimensione; il OnePlus Audio ID, un secondo test audio che verifica la forma dell’orecchio e adegua l’equalizzazione di conseguenza, per garantire la migliore qualità audio possibile. Entrambi funzionano bene, ma se il Fit Test ci ha effettivamente aiutati a posizionare meglio gli auricolari, nel caso dell’Audio ID non siamo riusciti a rilevare differenze radicali nella qualità della musica riprodotta tramite le cuffie.

OnePlus Buds Pro: cosa ci è piaciuto

  • Qualità audio e cancellazione del rumore funzionano bene
  • La batteria dura tanto e si ricarica velocemente (via cavo): in 10 minuti si arriva a 10 ore di riproduzione (contando cuffie e custodia)
  • Design diverso dalla maggior parte dei concorrenti
  • Ottima integrazione con i dispositivi OnePlus, su cui è disponibile attivare anche la modalità Dolby Atmos
  • Ergonomia: le cuffie calzano molto bene e rimangono ben salde nell’orecchio anche quando si corre o ci si allena
  • Resistenza al sudore e alla pioggia IP55 (IPX4 per la custodia)

Cosa migliorare

  • La plastica della custodia di ricarica non comunica qualità, soprattutto al tatto, e il meccanismo di apertura è leggermente lasco
  • Durante le chiamate la cancellazione del rumore crea un effetto di isolamento eccessivo, che non abbiamo riscontrato con altre cuffie
  • Il prezzo poteva essere un po’ più basso per sbaragliare la concorrenza di pari fascia

Conclusioni
Se siete già possessori di uno smartphone OnePlus (dal 7 in poi) e siete alla ricerca di un paio di cuffie true wireless dalla buona qualità audio e con cancellazione del rumore, allora di sicuro queste OnePlus Buds Pro fanno al caso vostro. Lo stesso vale anche per gli altri marchi, così diventa difficile suggerire questi auricolari a chi usa Samsung al posto delle Buds2, oppure a chi ha un iPhone al posto delle AirPods Pro (al netto delle differenze di prezzo di quest’ultime). Non è colpa di OnePlus, ma è il destino degli auricolari true wireless di fascia medio alta, tutti accessori che basano il valore sulle funzioni legate all’ecosistema di appartenenza. Le OnePlus Buds Pro sono un prodotto convincente anche se utilizzate con altri smartphone e vale la pena prenderle in considerazione se siete alla ricerca di un paio di auricolari ANC, ma in questo caso la competizione si fa serrata, e diventa difficile ignorare il prezzo più alto rispetto a prodotti concorrenti con caratteristiche e qualità audio molto simili.

Le OnePlus Buds Pro si possono preordinare fino al 24 agosto e saranno disponibili dal giorno 25 su OnePlus.com e su Amazon; costano 149 euro

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito